Nintendo Switch

Assassin’s Creed The Rebel Collection | Recensione


Assassin’s Creed The Rebel Collection – Nintendo Switch
Genere
Action/Adventure
Piattaforma
Nintendo Switch
Sviluppatore
Ubisoft
Editore
Ubisoft
Data di Uscita
06/12/2019

Uno dei punti di debolezza maggiori di Nintendo nella scorsa generazione era sicuramente quello legato al supporto delle terze parti, con diversi publisher che hanno purtroppo snobbato l’intrigante ma sfortunata Wii U. Il grande successo riscosso negli ultimi anni da Nintendo Switch ha però decisamente stravolto la situazione, cambiando le carte in tavola e richiamando a sé un gran numero di attenzioni. Sintomo di questa ritrovata fiducia da parte dei publisher verso la console nipponica è sicuramente l’uscita su di essa di titoli di primissima fascia come, ad esempio, Doom o The Witcher 3, delle esperienze fino a poco tempo prima assolutamente impensabili su una piattaforma come Nintendo Switch. A rimpolpare il catalogo della piccola console di Nintendo è questa volta Ubisoft con Assassin’s Creed The Rebel Collection, pacchetto contenente sia Assassin’s Creed IV Black Flag che Assassin’s Creed Rogue, oltre che tutti i contenuti aggiuntivi per giocatore singolo usciti nel corso del tempo per i due titoli.

Due titoli, due storie

Come precedentemente citato Assassin’s Creed The Rebel Collection ci permette di addentrarci all’interno delle ultime due avventure degli assassini usciti anche su PlayStation 3 e Xbox 360, ossia Assassin’s Creed IV Black Flag e Assassin’s Creed Rogue.

Black Flag, uscito originariamente nel lontano 2013, ci mette nei panni di Edward Kenway, un assassino e pirata inglese, e ci catapulta nei paradisiaci Caraibi della prima metà del 18° secolo, l’età d’oro della pirateria. Assassin’s Creed IV Black Flag, nonostante riprenda buona parte delle meccaniche già viste nei precedenti episodi della serie, si contraddistingue soprattutto per il grande focus dato alla navigazione e alle battaglie navali che, in questo quarto capitolo, ricoprono un ruolo a dir poco centrale.

Un’avventura solida e divertente, che riesce a stupire soprattutto per la bellezza di alcune ambientazioni e per la libertà delle sezioni in mare aperto.

Assassin's Creed The Rebel Collection

Assassin’s Creed Rogue è approdato invece nei negozi su Xbox 360 e PlayStation 3 un anno dopo, praticamente in concomitanza con Assassin’s Creed Unity, con quest’ultimo riservato esclusivamente all’allora next-gen. Se per quanto riguarda il gameplay Rogue ricalca fedelmente quanto visto nelle avventure di Kenway, sul piano narrativo il titolo fa invece registrare un salto notevole, raccontandoci per la prima volta nella storia della celebre saga le vicende di un templare e non di un assassino.

Due esperienze in definitiva estremamente interessanti, raccolte per l’occasione all’interno dell’Assassin’s Creed The Rebel Collection, in quello che molto probabilmente è uno dei pacchetti più corposi visti negli ultimi tempi su Nintendo Switch e non solo.

Un ricco piatto contenutistico

Contenutisticamente parlando Assassin’s Creed The Rebel Collection è infatti un vero e proprio tesoro, che ci terrà impegnati per oltre 50 ore. In questa particolare edizione Ubisoft non ha infatti incluso solamente l’esperienza originale dei due titoli ma anche tutti i vari DLC ad oggi rilasciati sia per Assassin’s Creed IV Black Flag che per Assassin’s Creed Rogue.

Assassin's Creed The Rebel Collection

In questa collection sono infatti compresi:

  • Freedom Cry: contenuto aggiuntivo che ci mette nei panni di Adewale, un pirata con un passato da schiavo costretto a combattere nell’Haiti del 18° secolo per riottenere la libertà insieme a numerosissimi altri schiavi.
  • Aveline: DLC contenente tre diversi ricordi per la modalità a giocatore singolo che ci vede combattere nei panni di Aveline, la protagonista di Assassin’s Creed Liberation, impegnata nel difficile reclutamento di una talentuosa schiava in fuga.

Oltre a questi due contenuti aggiuntivi in Assassin’s Creed The Rebel Collection per Nintendo Switch è inoltre inclusa una serie assolutamente notevole di DLC minori, comprendente il Crusader & Florentine Pack, l’Illustrious Pirates Pack, il Kraken Ship Pack, il Death Vessel Pack, il Templar Legacy Pack e l’Explorer Pack.

A completare questo ricco piatto sono infine dei contenuti non giocabili ma comunque di grandissimo interesse per i fan della saga, ossia il racconto Blackbeard: The Lost Journal, i primi due volumi del manga Assassin’s Creed Awakening e ben 22 artwork. Purtroppo questi ultimi contenuti sono esclusivamente in inglese anche nella versione italiana delll’opera e potrebbero quindi rivelarsi non facilmente fruibili per i non avvezzi alla lingua d’Albione; in ogni caso si tratta comunque di qualcosa di assolutamente non scontato e soprattutto di decisamente gradito.

Un’esperienza di tutto rispetto

Sul piano delle performance Ubisoft ha fatto un lavoro assolutamente egregio, regalandoci un’esperienza fluida e solida per la quasi totalità del tempo. Sia in Assassin’s Creed IV Black Flag che in Assassin’s Creed Rogue non siamo infatti mai incappati né in vistosi cali di framerate né in problematiche varie. Combattimenti navali, agglomerati di persone e maestosi paesaggi non hanno infatti mai messo in crisi Assassin’s Creed The Rebel Collection, con Nintendo Switch che si è sempre dimostrata capace di domare qualsivoglia situazione le si parasse davanti, anche la più articolata o movimentata. Tale solidità è fortunatamente presente sia in modalità docked che handled ed è doveroso sottolineare come giocare a delle opere immense come i due Assassin’s Creed sia decisamente notevole in portatile, oltre che difficilmente immaginabile fino a pochi anni fa. Considerando la vastità dei due titoli, soprattutto quella del quarto capitolo della saga, si tratta quindi di un risultato decisamente notevole, raggiunto senza troppi compromessi, che denota il gran lavoro fatto in quanto ad ottimizzazione dal publisher transalpino.

Assassin's Creed The Rebel Collection

Anche tecnicamente Assassin’s Creed The Rebel Collection lascia trasparire una cura niente male e, sebbene il livello sia ovviamente lontano da quello di altre produzioni sull’ibrida di casa Nintendo, non possiamo assolutamente dirci insoddisfatti da quanto fatto da Ubisoft sotto questo aspetto. Certo, c’è dell’aliasing e talvolta qualche paesaggio risulta eccessivamente sfocato ma, a conti fatti, si tratta di situazioni non eccessivamente invalidanti e che soprattutto perdono decisamente d’evidenza durante il normale gameplay quando, tra un assassinio e un salto della fede, sarà veramente difficile rendersene conto. Entrambi i giochi girano inoltre in full HD in docked e a 720p in portatile, restituendo un’immagine affidabile e piacevole in ambo le versioni, eccezion fatta per qualche fastidioso ma fisiologico dettaglio a bassa risoluzione.

La principale magagna in cui siamo incorsi è legata all’aspetto audio del titolo: durante la nostra prova, infatti, sia in Rogue che in Black Flag il parlato dei vari protagonisti era totalmente assente mentre, ad esempio, il chiacchiericcio delle città e il cantare dei pirati era invece ben udibile. Si tratta di una problematica che anche con il proseguire del titolo non è svanita e che ci ha obbligato a ricorrere ai sottotitoli per non perderci il susseguirsi delle vicende narrate. A quanto pare il tutto è dovuto all’attuale impossibilità di scaricare gli adeguati file audio dall‘eShop di Nintendo Switch e, sebbene siamo abbastanza sicuri che tutto questo verrà risolto a breve, è doveroso sottolineare allo stato attuale tale grave e fastidiosa mancanza, che va pesantemente a minare l’immedesimazione del giocatore.

Assassin's Creed The Rebel Collection

A testimoniare come Assassin’s Creed The Rebel Collection non sia una semplice e mera trasposizione di titoli già noti su una nuova console è infine il fatto che Ubisoft ha inserito in essa tutta una serie di funzionalità pensate proprio per Nintendo Switch. Sia Black Flag che Rogue, infatti, dispongono di un HUD rivisitato e di nuove feature legate a motion control, HD Rumble e comandi touch. Sebbene alcune di queste nuove meccaniche lasciano un po’ il tempo che trovano altre sono invece decisamente più azzeccate: controllare la mappa con dei semplici tocchi è ad esempio decisamente appagante, oltre che estremamente utile e funzionale.

Assassin’s Creed The Rebel Collection – Nintendo Switch

Assassins’s Creed The Rebel Collection per Nintendo Switch è un pacchetto estremamente ricco, che contiene sia Assassin’s Creed IV Black Flag che Assassin’s Creed Rogue.

8
8

Verdetto

Assassin's Creed The Rebel Collection è il perfetto esempio di come andrebbe fatta una conversione. Contenutisticamente eccelso e tecnicamente appagante: trovare qualcosa di cui lamentarsi in questo pacchetto è veramente difficile e, tolto qualche spiacevole dettaglio che si spera venga sistemato con qualche futura patch, ci troviamo dinnanzi ad una vera e propria offerta irrinunciabile per qualsiasi fan della leggendaria saga di Ubisoft.

Pro

- Contenuti a non finire
- Framerate solido
- Visivamente soddisfacente

Contro

- Qualche dettaglio a bassa risoluzione