PlayStation

Avatar Kinect, social per definizione. Veramente?

Microsoft ha presentato Avatar Kinect. Si tratta di “un nuovo modello di socializzare attraverso Xbox Live”, secondo l’amministratore delegato Steve Ballmer, che sarà disponibile nel corso della primavera in forma gratuita solo per i possessori di abbonamento Xbox Live Gold.

Questo nuovo servizio vi consente di controllare direttamente il vostro avatar attraverso Kinect, in un ambiente virtuale che ricorda tanto quello dei salotti televisivi. La webcam rileva le espressioni facciali, come i sorrisi e il movimento delle sopracciglia.

L’obiettivo di Microsoft è quello di consentire conversazioni di gruppo interattive, intorno a una tavola rotonda virtuale. Quando usare Avatar Kinect? Sperando che non venga scelto per sostituire una vera uscita con gli amici, Avatar Kinect diventa utile per esempio se volete commentare un avvenimento con qualche amico e siete nelle vostre rispettive case (negli States s’integrerà con ESPN Sport, per esempio). Lo “show” si può condividere anche su Facebook. A voi il verdetto: novità interessante oppure poco convincente e se vogliamo anche un po’ preoccupante per il futuro dell’interazione sociale, ormai sempre più filtrata e meno reale?

Nel contesto della presentazione Microsoft ha anche colto l’occasione per comunicare i dati di vendita di Kinect nei primi 60 giorni: 8 milioni. Si tratta di un numero che supera le previsioni di 5 milioni di Kinect venduti entro la fine del 2010. E pensare che la prima stima era di tre milioni. Indubbiamente Microsoft ha fatto “il botto” in queste vacanze natalizie e il dato può continuare a crescere visto che la base d’installato di Xbox supera le 50 milioni di unità, con oltre 30 milioni di membri Xbox  Live.

Microsoft ha infine dichiarato che i servizi Netflix e Hulu Plus (quest’ultimo una novità) per la visione di film e show TV – purtroppo solo sul territorio statunitense – saranno controllabili tramite Kinect con comandi vocali e gesture a partire dalla primavera.