Xbox

Battlefield V: DICE ripristina il precedente TTK, dopo le critiche dei giocatori

Qualche settimana fa, DICE e EA avevano deciso di variare il valore del TTK (time-to-kill), sostanzialmente il tempo necessario per eliminare un avversario all’interno del multiplayer di Battlefield V. Infatti, per quanto i giocatori trovassero divertente uccidere i nemici velocemente, non apprezzavano subire lo stesso destino a un ritmo ancora più elevato. DICE aveva quindi iniziato a studiare una soluzione.

Infine, avevano deciso di aumentare il tempo, con lo scopo di dare ai giocatori più probabilità di giocare un buon match. Be’, pare che la community non abbia apprezzato e quindi ora il team di sviluppo sta annullando le variazioni. Possiamo leggere la dichiarazione di DICE qui sotto.

Dopo aver reso disponibili tali cambiamenti la scorsa settimana, abbiamo ascoltato i feedback, revisionato i nostri dati statistici e preso la decisione di ritornare all’originale valore di TTK. Il nostro intento con le modifiche del TTK era di vedere se potevamo migliorare l’esperienza all’interno di Battlefield V, rendendola più godibile per i giocatori, assicurando ai veterani un’esperienza più hardcore.

I cambiamenti non hanno chiaramente sortito il giusto effetto. I giocatori più esperti non hanno richiesto queste variazioni, ma in quanto sviluppatori abbiamo deciso di realizzarle basandoci sui nostri dati e sulle nostre opinioni. Vi assicuriamo che non è stata una decisione semplice da prendere.

DICE ammette che la parte difficile è cercare di creare un bilanciamento valido sia per i veterani che per i nuovi giocatori: da un lato ci sono i meno esperti che non vogliono morire in pochi attimi, mentre dall’altro troviamo persone che schivano proiettili a occhi chiusi. Di certo, non è semplice creare un ambiente valido per tutti.

Battlefield V è adatto ai veterano o ai giocatori in erba? Di sicuro, è un gran gioco!