PlayStation

Bill Gates su Sony, Nintendo e Xbox 360

Mercury News ha pubblicato un'intervista a tutto tondo realizzata con Bill Gates in occasione del CES di Las Vegas. L'argomento è il settore console: come potete immaginare il buon Bill non risparmia il suo pensiero su Sony, Nintendo e sulla strategia di Microsoft.

Iniziando a parlare del suo settore entertainment, Gates ha dichiarato che non vi saranno modifiche per accogliere la funzionalità IPTV, nemmeno un hard disk più capiente. Il servizio è principalmente basato sullo streaming. La strategia attorno a Xbox 360 sta lavorando alla perfezione, grazie a una console dal costo ridotto, con molti giochi, strumenti, software e online. L'obbiettivo era ottenere rispetto e scalzare Sony dalla sua posizione dominante.

Dal punto di vista del prezzo, Gates si dimentica – forse – di Nintendo. L'intervistatore glielo ricorda e lui afferma che Sony è sempre stato l'avversario diretto e che Nintendo è sicuramente un avversario. Tuttavia muove critiche sull'accuratezza del controller, sull'online della console e sulla grafica. Secondo Bill la parola online nel mondo console equivale a Xbox, in virtù della possibilità ormai prossima di connettere l'online PC con l'online console. Tuttavia riconosce all'azieda nipponica di aver fatto buone cose in passato, come la collaborazione con Rare, studio che ha creato Viva Pinata – titolo che va per la maggiore in casa Gates.

Passando a Sony, l'intervistatore chiede al boss di Microsoft se si aspetta di vedere sulla Playstation 3 qualcosa graficamente più appagante di Halo 3 per Xbox 360. In un riassunto, l'interessante risposta:

No. Pensavano di utilizzare il Cell come processore video, ma non sapevano quello che stavano facendo. Hanno detto che il Cell è un processore video, ma sono passati a Nvidia all'ultimo minuto e l'azienda non ha potuto inserire moduli di memoria DRAM embedded. Hanno problemi di banda. Hanno buttato un anno senza una strategia decente per la CPU, passando a Nvidia all'ultimo. Una cosa veramente inusuale. Questi proessori sono isolati l'uno dall'altro.

Gates però, più che dire "siamo i migliori", fa trasparire un concetto più sibillino:

"È come quando è uscita l'Xbox 1. Era migliore del 20%, ma non è servito. Avevamo un anno di ritardo e non possedevamo i giochi migliori. Avevamo la console più grande. Avevamo l'online. Queste cose non hanno però cambiato le posizioni".

Sul vantaggio di Sony rispetto ai giochi a 1080p, Gates afferma: "chiedetelo agli sviluppatori", facendo balenare il concetto che tale risoluzione non sia conveniente rispetto alle potenzialità del sistema.