Xbox

Bleeding Edge, Ninja Theory parla della genesi del titolo

Dopo aver rilasciato in maniera autonoma l’incredibile Hellblade le cose sono radicalmente cambiate in casa Ninja Theory. La software house, infatti, è stata negli ultimi anni acquisita nientepopodimeno che da Microsoft e si sta ora apprestando a rilasciare Bleeding Edge, un titolo radicalmente diverso rispetto la prima avventura di Senua.

A parlare della genesi di questo intrigante titolo multiplayer e del perché di sviluppare un’opera così differente rispetto al precedente è stato recentemente Rahni Tucker, il creative director di Bleeding Edge.

Bleeding Edge

Tucker ha infatti dichiarato in un’intervista, parlando delle motivazioni alla base della scelta di lavorare a Bleeding Edge: “Vedete, la mia passione personale è quella dei giochi d’azione colmi di combattimenti. Ho lavorato al sistema di combattimento su DmC e voglio concentrarmi ancora su tale aspetto. ”

Ninja Theory ha una lunga e ricca storia di titoli di questo genere e io volevo farne sempre di più, portare il tutto ad un livello successivo. Ho inoltre giocato negli ultimi anni a moltissimi giochi online, quindi la genesi di Bleeding Edge è stata più o meno questa, coniugare qualcosa in cui Ninja Theory è da sempre brava con qualcosa che mi piacerebbe veramente giocare a casa.”

Il creative director del titolo si è inoltre soffermato sull’acquisizione da parte di Microsoft, descrivendola con queste parole: “La situazione ora è decisamente rosea. In termini di realizzazione del gioco il leitmotiv è lo stesso di sempre, non è cambiato assolutamente nulla. A differire rispetto a prima è il grande supporto che stiamo ricevendo dalle altre software house. Rare, ad esempio, ci ha dato una grandissima mano e tantissimi consigli sul come gestire la beta di un titolo. Si tratta di una cosa veramente fantastica.”

Bleeding Edge uscirà sul mercato il prossimo 24 marzo su Xbox One e PC: prenotatelo fin da ora comodamente a questo indirizzo.