Giochi PC

Blizzard sta assumendo personale pochi mesi dopo i licenziamenti di massa

Come forse ricorderete, lo scorso febbraio Activision-Blizzard ha annunciato che più di 800 dipendenti avrebbero perso il proprio lavoro in seguito ai licenziamenti di massa previsti dalla società dopo i risultati finanziari insoddisfacenti. Ora, però, sembra che Blizzard stia iniziando a riassumere nuove persone per i ruoli rimasti vacanti.

All’inizio della settimana, è apparsa una proposta di lavoro per un community manager per Hearthstone. La società è alla ricerca di un “community manager con esperienza e che sia appassionato dell’industria videoludica, delle comunità di giocatori, degli eventi live e delle relazioni tra videogiocatori.” Viene anche richiesta un’esperienza di almeno tre anni all’interno di forum, social media e simili.

Alcuni ex-impiegati, licenziati lo scorso febbraio, hanno commentato la questione affermando che era “vergognosa” e hanno affermato che ci sono ancora molti community manager in cerca di un nuovo lavoro dopo mesi. Un impiegato ha affermato che ci sono ancora “centinaia” di ex-dipendenti Blizzard disoccupati. Altri hanno suggerito che questo non è il primo caso di nuove assunzioni per ruoli che erano stati eliminati all’inizio dell’anno.

Circa l’8% dei dipendenti di Activision-Blizzard è stato coinvolto nei tagli al personale. Questa decisione, valida sulla carta dal punto di vista degli investitori, era in realtà stata sconsigliata a causa del danno al morale dei dipendenti e “altri fattori” (come ad esempio, supponiamo, il danno d’immagine). Attualmente la società non ha ancora rilasciato dichiarazioni ufficiali sulla questione. Voi cosa ne pensate? Credete sia giusto quanto sta accadendo?