Giochi PC

CARRUMBLE, il nostro provato del picchiaduro tra autoveicoli

Per il panorama indipendente italiano, l’appuntamento con la Milan Games Week è diventato un rito di passaggio: sviluppatori al loro primo gioco così come studi con alle spalle già tanta esperienza, portano in fiera i loro progetti che il più delle volte puntano a stupire con delle idee fuori dal comune. Tra i titoli che nascono da idee originali si è distinto CARRUMBLE, un “picchiaduro” per 4 giocatori che invece di coinvolgere lottatori, mette le persone alla guida di svariati autoveicoli: dall’Ape Car al food truck di sushi.

Per 3DClouds si tratta anche di una scommessa, infatti lo studio indipendente è specializzato in racing e non picchiaduro, avendo già pubblicato titoli come All-Star Fruit Racing e Xenon Racer, inoltre sperimenta anche il modello di business del free to play. Un gioco che, ci racconta il Game Designer Luca Cafasso, ha un approccio community driven. Saranno insomma i giocatori a poter definire meglio il futuro di CARRUMBLE.

Il gioco ricorda un po’ programmi televisivi come Robot Wars dove all’interno di arene, invece di sfidarsi strampalati progetti di ingegneria, si sfidano 4 giocatori alla guida di un veicolo. Un modo scherzoso anche per esorcizzare quello che può essere lo stress di tutti i giorni alla guida bloccati nel traffico, o la rabbia quando pensate di trovare parcheggio e invece il posto è occupato da una Smart.

L’ispirazione per CARRUMBLE arriva anche dal wrestling e dai luchadores, le macchine sono infatti in tutto e per tutto considerabili come lottatori capaci di saltare e schiacciare a terra l’avversario, fare una presa agganciando la macchina rivale, utilizzare mosse speciali e difendersi anche all’occasione. Le arene al momento disponibili sono tre, ciascuna con dei modificatori. Oltre agli avversari bisogna stare attenti ai pericoli che possono sbucare all’improvviso come una gabbia al centro del ring, una palla demolitrice o un tram.

Abbiamo giocato due partite secondo le modalità Last Man Standing e una a punti ispirata a Super Smash Bros. Tutti i partecipanti erano molto divertiti perché il gioco è piuttosto immediato e facile da prendere in mano, sembra l’ideale per le partite tra amici quando ci si vuole rilassare senza rinunciare a un po’ di sana competizione. Un po’ come le serate a Mario Kart, non a caso il gioco Nintendo è stato un’altra fonte di ispirazione in questo caso per la definizione di tre diverse categorie di veicoli.

La versione in prova alla Games Week era un’alpha del titolo, ma ha già messo in luce un gameplay piacevole che fa dell’accessibilità il suo punto forte. Basta prendere in mano il pad e mettersi a giocare. Siamo rimasti positivamente colpiti anche dall’intenzione del team, di circa 10 sviluppatori, di creare dei background per i propri personaggi, ad esempio l’uomo alla guida del camion è un ex lottatore che ora vende sushi. Ciò aggiunge ancor di più un tocco di allegria a un gioco che si fa bandiera di simpatia.

Un altro aspetto su cui lo studio si è concentrato è la personalizzazione dei veicoli attraverso skin, non ci sarà infatti un’opzione di tuning. La motivazione è quella di evitare che il gioco possa trasformarsi in un pay 2 win. Ogni veicolo è pensato per non avvantaggiare un giocatore rispetto a un altro, componente da non sottovalutare in un titolo multiplayer.

CARRUMBLE arriva su Steam il 18 ottobre e Cafasso ci ha anticipato che l’intenzione è quella di supportare il gioco con aggiornamenti, idealmente settimanali, contando anche sul supporto dei giocatori che vorranno entrare a far parte della community. Il gioco è F2P, potete quindi provarlo con mano non appena sarà pubblicato.

Cerchi un controller per guidare al meglio le automobiline di CARRUMBLE? Su Amazon trovi in offerta il controller Xbox One + cavo per PC.