Giochi PC

Combattere l’isolamento in un MMO per restare tutti uniti

Di fronte a un’emergenza sanitaria per tutto il paese, passare le giornate dentro casa è un dovere fondamentale per evitare che il contagio del Coronavirus possa espandersi ancora oltre. Anche noi di Tom’s Hardware abbiamo abbracciato la situazione, cercando come possibile di trovare modi di occupare il tempo a disposizione grazie alle nostre passioni comuni, insieme a tutte le attività da poter fare al chiuso, magari con i propri familiari. Tuttavia il contatto umano mancante è forse uno degli aspetti peggiori della quarantena, dove i nostri affetti lontani possono essere visti solo attraverso chiamate o videochiamate.

Ma è in questo scenario dove l’aggregazione è proibita che dal mondo online arriva una mano amica, anzi massiva. Mai come prima d’ora gli MMO si stanno presentando come un’occasione unica per potersi divertire insieme anche a distanza, uccidendo boss e completando quest senza alcuna paura di raggrupparsi. Oggi migliaia di avventurieri si ritrovano nelle piazze digitali di questi giochi, ora affollatissimi e pieni di altri nuovi giocatori che cercano in qualche modo di estraniarsi da una realtà che spesso può anche soffocarci, sapendo però che al log-in ci sarà sempre qualcuno con cui condividere i propri problemi e abbattere qualche mostro in compagnia.

Vogliamo quindi suggerirvi alcuni titoli online per stare tutti insieme in questo periodo difficile, abbracciando il messaggio positivo che le community online si stanno sforzando di comunicare a ognuno di noi.

Viaggiare per Tamriel

Di The Elder Scrolls Online ne abbiamo parlato spesso sulle pagine di Game Division e se avete seguito i nostri consigli sicuramente sarete già esploratori provetti di Tamriel. Tuttavia, ora come ora non c’è davvero momento migliore per tuffarsi nel vastissimo mondo di ESO, esplorabile in ogni sua parte senza alcun tipo di restrizione e con la possibilità di vivere il tutto con i propri amici o come lupi solitari in compagnia di alleati di fortuna. Con più di 13 mila giocatori attivi nelle ore meno affollate non c’è davvero nulla da temere per trovare qualcuno nei dungeon, in PvP o per i Trial, specialmente visitando le principali città della mappa di solito già densamente popolate.

In questi giorni la community dell’MMO di ZeniMax Online Studios si sta dimostrando ancora una volta un gruppo affiatato e molto umano, ricca di gilde social e hardcore che si stanno adoperando per accogliere il più possibile nuovi giocatori, tentando di far passare le ore in quarantena attraverso eventi interni ed esplorazioni dei vari contenuti. C’è davvero un gruppo per qualsiasi tipo di giocatore e vi basterà semplicemente utilizzare il Guild Finder per trovare la vostra prossima banda di compagni, senza contare chiunque potrete incontrare nelle numerose attività in matchmaking libero.

Iniziare il proprio percorso su The Elder Scrolls Online da ora, come nuovi giocatori, vi permetterà di vivere l’avventura completa fino a Elsweyr e prepararvi all’arrivo della prossima espansione Greymoor, la quale porterà la trama di gioco nelle fredde terre di Skyrim per affrontare un’antica maledizione e un culto di vampiri provenienti dal sotto suolo. Nell’attesa di poter calcare di nuovo le vie di Solitude, chiunque acquisterà il pacchetto dedicato potrà giocare fin da subito e iniziare a costruire il proprio alter-ego tra dungeon da completare, regioni da scoprire e nemici storici da affrontare, in modo da essere pronto per Dark Heart of Skyrim: l’avventura che segnerà tutti i contenuti del 2020 dell’MMO.

Esplorare Eorzea

Se siete alla ricerca di un titolo fuori dallo scenario fantasy occidentale, Final Fantasy XIV A Realm Reborn non solo è uno degli MMO migliori sul mercato, ma è anche uno dei posti in cui la community si è davvero sedimentata nell’insegnamento della positività e dell’inclusività, forte anche del fatto che l’accesso al gioco deriva da un abbonamento mensile che tiene stretti i giocatori storici. Certo, si tratta di un investimento di tempo importante, ma considerando che le disposizioni attuali ci lasceranno a casa per settimane perché negarsi uno dei tanti periodi gratuiti offerti dal gioco? O magari un mese di prova?

Ciò che vi attenderà sarà un paradiso con una marea di espansioni e una storia degna dello storico marchio di Square Enix, nonostante oggi sia molto diluita tra eventi del gioco base e tutti quelli derivati dalle varie aggiunte nel corso degli anni, di cui Shadowbringers rappresenta l’ultimo grande contenuto. Potrete però anche saltare direttamente all’azione e iniziare a far parte dell’ecosistema di dungeon e raid tipico del gioco, forse uno dei più complessi e soddisfacenti del panorama online.

Vi aspettano collaborazioni con altri marchi, come Nier Automata, e numerosi nemici/personaggi provenienti dall’immaginario cristallino di Final Fantasy. L’offerta contenutistica è senza pari e la sensazione di progredire passo dopo passo è palpabile fino al raggiungimento dei contenuti attualmente più difficili, i quali ogni giorno impegnano numerose gilde in attività quotidiane. Non siete tipi da combattimento? Nessun problema: ad Eorzea sono ben accetti personaggi dediti solo alle arti della creazione, passando dai fabbri fino a pescatori e chef.

Nella prospettiva dell’emergenza alla mano, Final Fantasy XIV può sembrarvi un accesso difficoltoso considerando il peso del gioco e l’eventuale gestione dell’abbonamento, ma il disturbo vale sicuramente la candela quando l’obiettivo è quello di poter interagire con più amici o persone possibili. L’MMO di Square Enix è infatti crossplatform tra PS4 e PC, evitando quindi di lasciare indietro qualcuno solo per la differenza di piattaforme possedute. Inoltre, nel caso in cui viaggiaste da soli, FF XIV ha molti italiani attivi nei server europei e tante gilde (internazionali e non) accolgono volentieri novizi in ambienti rilassati e non completamente competitivi, sebbene sia pieno zeppo di Static (gruppi fissi di giocatori hardcore) che dedicano il loro tempo alle lotte più ardue e ai bottini più ambiti del gioco. A ognuno la propria fantasia finale!

Sparare nelle galassie

Per quanto non rientrino canonicamente nel termine MMO, per i fan della fantascienza e dell’immediatezza ci sono ben due giochi gratuiti su cui riversarsi e trovare compagni: Warframe e Destiny 2. Nel primo abbiamo ormai visto come i ninja tra le stelle siano un successo ancora in corsa, forti di un recente aggiornamento che ha rivitalizzato alcuni sistemi di gioco, dando ancora più possibilità di gioco nella vasta offerta che Warframe possiede.

Come sparatutto in terza persona Warframe è il luogo ideale per chi cerca qualcosa con cui distrarsi per un paio di ore al giorno, senza sentirsi obbligati a loggare e svagarsi con qualche compagno online senza troppo impegno. Non tutti gli MMO devono essere vissuti come un lavoro e Warframe è il titolo ideale per sessioni brevi, oltre che per prendersi pause da esso e tornarci di quando in quando durante i nuovi aggiornamenti. Perfetto per chi vuole scoprire un gioco durante la quarantena senza sentirsi troppo vincolato da esso, specialmente per chi adora giocare su Nintendo Switch e cerca un gioco gratuito in cui potersi buttare.

Destiny 2, ormai noto a tutti, è invece il bilanciamento ideale tra uno e l’altro mondo: una marea di storie e contenuti a cui accedere fin da subito, ma con anche numerose attività da svolgere esclusivamente con un gruppo di amici. Negli anni l’evoluzione del gioco di Bungie è stata abbastanza radicale, tuttavia allo stato attuale Destiny 2 rappresenta un’opportunità ghiotta per chi non ci ha mai messo mano, soprattutto grazie alla funzione Nuova Luce che ha facilitato l’approccio al gioco per i novizi. Reso finalmente gratuito, vi basterà scaricarlo e crearvi il personaggio per accedere a parte dell’offerta che propone, mentre per le altre parti sarà richiesto un pagamento nel caso in cui vi sentiate particolarmente attratti dal ricco universo del Viaggiatore o vogliate partecipare alla Stagione in corso, sbloccando ricompense e nuove parti di trama in continua evoluzione.

Destiny 2 è quindi un buon passatempo per una serata da quarantena con gli amici distanti, a prescindere che si preferisca affrontare alieni antichi o altri giocatori nel PvP al centro della nuova stagione di gioco. La continuità che offre l’impianto stagionale e la numerosa mole di missioni da intraprendere trasforma Destiny 2 in un gioco a doppia faccia: da un lato uno sparattutto in prima persona da godersi a morsi sporadici, mentre dall’altro un MMO moderno in cui poter puntare a costruire la propria macchina da guerra tra obiettivi, bottino ed eventi che cambiano di mese in mese, loggando ogni giorno per aumentare i propri progressi.

Scrivere lettere

Ma se davvero vogliamo guardare a un’esperienza online dedicata al supporto reciproco in ogni sua forma, allora Kind Words è il luogo migliore per potersi tirare su d’animo nei momenti più bui. Questo piccolo gioco indipendente, disponibile a un prezzo irrisorio, è nato per scrivere e ricevere lettere da parte di persone sparse nel mondo, condividendo messaggi positivi e dando consigli per i problemi di chiunque abbia buttato giù qualche riga accompagnato dalla musica lo-fi.

Quando il Coronavirus ha iniziato a diffondersi nel mondo, insieme alle misure cautelari dettate dai governi, su Kind Words è infatti iniziata una pioggia di altruismo, dove chi si sentiva giù per un motivo o per l’altro poteva mettere su carta le proprie preoccupazioni e ricevere tante risposte da parte di chi stava vivendo la stessa situazione. Del valore di questo titolo ne avevamo già parlato sulle pagine di Game Division, tuttavia in clima di emergenza è evidente come spazi virtuali come quello di Kind Words rappresentino un’occasione preziosa nel dimostrare come l’umanità riesca ad aggregarsi anche di fronte a limiti fisici severi, supportandosi a vicenda anche senza conoscersi affatto e solamente attraverso l’utilizzo di un linguaggio comune. Un supporto psicologico davvero non da poco, al pari di una linea amica telefonica.

Ed è forse qui, nelle lettere scritte da migliaia di utenti, che è possibile riassumere il valore di ogni singolo MMO o esperienza comunitaria: ci saranno sempre eventi che andranno fuori dal nostro controllo, grandi, piccoli o intimi che siano. Ma anche quando tutto il mondo fuori da casa sembra fermarsi e ingrigirsi, all’interno della rete possiamo tornare a essere persone che vivono la loro normalità attraverso uno schermo, un microfono e un mare di amici pronti per essere scoperti, a prescindere che lo si faccia in un vasto mondo fantastico o all’apertura di una piccola lettera di pixel.

Resta a casa e acquista digitalmente i giochi qui consigliati: The Elder Scrolls Online, Final Fantasy XIV, Warframe, Destiny 2 e Kind Words.