PlayStation

Control inizialmente non prevedeva una mappa

Tra i titoli più apprezzati dello scorso anno è impossibile non annoverare Control, con l’opera di Remedy Entertainment che è riuscita a convincere pubblico e critica. Nonostante questo grande successo Control non si è però rivelato esente da critiche, con una delle principali riguardante la mappa, da molti ritenuta come imprecisa e superficiale.

A ritornare sulla vicenda e sulla controversa mappa è stato recentemente in un’intervista Thomas Puha, il responsabile della comunicazione di Remedy. Secondo Puha, infatti, la mappa non era addirittura assolutamente stata prevista per buona parte dello sviluppo del titolo.

Control

Puha ha infatti dichiarato: “Potrebbe effettivamente suonare strano per molti, ma per la maggior parte del periodo di sviluppo di Control non avevamo neanche pensato ad inserire una mappa: i giocatori avrebbe dovuto orientarsi semplicemente tramite i segnali del gioco.”

Come ben sappiamo tale meccanica alla fine era presente all’interno del titolo e Puha ha infatti continuato: “Sono sicuro che senza mappa avremmo ricevuto diverse critiche dalle recensioni. In seguito a diversi test era infatti abbastanza ovvio come i giocatori fossero frustrati dal non trovare la strada corretta e abbiamo quindi deciso di inserire la mappa all’interno di Control.”

Non tutto è però andato per il verso giusto e proprio su tale frangente, come precedentemente accennato, l’ultima opera di Remedy Entertainment è stata oggetto di critiche. Puha è intervenuto anche su tale argomento, confermando la problematica, con queste parole: “Il team sta attualmente lavorando per migliorare la mappa e per specificare in un modo più efficace le differenze di altitudine e i diversi piani di ogni settore. Speriamo di portare tali novità con la prima espansione, The Foundation, ma il nostro team di supporto post-lancio è decisamente piccolo quindi dobbiamo stare ben attenti alle nostre priorità.”

Potete recuperare Control su Amazon comodamente a questo indirizzo.