Tom's Hardware Italia
PlayStation 4

Cyberpunk 2077, CD Projekt RED rivela delle nuove interessanti informazioni

CD Projekt RED, attraverso una recente intervista, ha svelato alcune interessanti novità legate a Cyberpunk 2077.

CD Projekt RED, nel corso di una recente intervista concessa ai nostri colleghi americani di Dualshockers, è tornata a parlare di Cyberpunk 2077 rivelando delle nuove interessanti informazioni. Tra i vari argomenti trattati da il buon Patrick Mills  -quest designer del team di sviluppo polacco- è bene soffermarsi dettagliatamente sia sulle missioni secondarie che, soprattutto, sulla notevole distruttibilità ambientale intravista nel primo video gameplay.

Sul primo aspetto, come già notato con l’acclamato The Witcher 3, CD Projekt RED punterà a rendere estremamente sottile il confine tra la main quest e una missione secondaria; l’obiettivo è rendere il prodotto più armonico e coerente possibile. Queste le parole dell’esponente del team di sviluppo con sede a Varsavia:

“Avete visto bene ciò che abbiamo fatto con The Witcher 3, abbiamo provato a donare alle missioni secondarie una qualità degna delle missioni primarie, incluse storie di molteplici ore. Questo è qualcosa che vogliamo replicare nella nostra nuova opera, Cyberpunk 2077: l’obiettivo finale è che i giocatori non sentano la differenza tra quest primarie e secondarie. Forse saranno segnalate sull’interfaccia con un’icona differente, ma non vogliamo che sentiate differenza in termini di qualità, specialmente sul versante narrativo. Ognuna delle nostre quest, come massima aspirazione, ha bisogno di raccontare una storia interessante”.

Queste invece le parole espresse in merito alla realizzazione tecnica di una distruttibilità ambientale sempre più performante:

“Come avete notato dal filmato c’è della distruttibilità parziale, stiamo attualmente sperimentando ancora per capire fin dove possiamo spingerci a livello tecnico e non solo. Nella demo, dove i proiettili volano e i muri cadono a pezzi, stiamo ancora cercando di comprendere quanti dettagli realmente riusciremo a inserire. Per gli obiettivi posti nel creare la demo tutto ciò è semplice da controllare ma, quando inizi a costruire attorno a questo sistema il gioco, tutto inizia a essere decisamente più complicato.”

Cosa ne pensate di quanto detto da Patrick Mills? In attesa di nuovi aggiornamenti in merito, vi ricordiamo che l’attesa nuova opera di CD Projekt RED sarà disponibile nel corso del 2019 su PlayStation 4, Xbox One e PC.

Siete fan di CD Projekt RED? Allora non potete proprio perdere The Witcher 3 a un prezzo speciale su Amazon. Buon divertimento!