Giochi PC

Cyberpunk 2077: l’editor non includerà una selezione binaria per il sesso di V

Uno dei principali obbiettivi di CD Projekt RED, con Cyberpunk 2077, è di dare ai giocatori la massima libertà. Questo avviene in molti modi: mettendo a disposizione molte armi e abilità, creando vari modi per completare le missioni, eliminando le schermate di caricamento e permettendo di personalizzare il proprio personaggio, V. Quest’ultimo punto si divide inoltre in due categorie: le origini narrative e l’aspetto.

Per quanto riguarda il corpo e la voce di V, CD Projekt RED ha annunciato di aver fatto nuovi passi in avanti rispetto a quanto mostrato fino a questo momento. La demo dell’E3 2018 mostrava infatti la possibilità di scegliere tra un personaggio di sesso maschile e uno di sesso femminile, come praticamente ogni titolo sul mercato. Il pubblico però ha criticato tale scelta, anche considerando il fatto che si tratta di un gioco cyberpunk, genere nel quale i temi del transumanesimo e dell’identità personale sono più che ricorrenti. Cyberpunk 2077 invece non offriva scelte più aperte e inclusive.

Cyberpunk 2077

La cosa è cambiata. Come spiega la senior concept artist Marthe Jonkers, ci sono ora molte più opzioni e non è più possibile selezionare il sesso di V. “Non decidi ‘voglio essere una femmina o un maschio’, ora decidi che tipo di corpo vuoi. Questo perché volevamo che foste liberi di creare ogni personaggio che desiderate. Scegliete il corpo e poi scegli la voce, una che suona più maschile e una che suona più femminile. Potete mescolare le cose come volete.”

Jonkers ha aggiunto che questo si estende alla etnia e allo stile di V: ora sono ci sono molti più colorazioni della pelle, tagli di capelli, tatuaggi e altri oggetti di personalizzazione. L’obbiettivo di CD Projekt RED è quindi di non limitarsi a un personaggio binario e dare la possibilità ai giocatori gender-fluid di esprimersi in libertà. Voi cosa ne pensate?

Potete prenotare la vostra copia di Cyberpunk 2077 a questo indirizzo.