PlayStation

Death Stranding: giocare offline? Kojima in persona lo sconsiglia

Death Stranding, il nuovo gioco di Hideo Kojima, è un titolo fondamentalmente single player. Non sono presenti modalità multigiocatore, almeno non nel senso più classico del termine. Infatti, è possibile sfruttare un multiplayer asincrono, il quale permette di condividere certe risorse e strutture. Si tratta di una funzione perfettamente legata alla narrativa del gioco, che si basa sulla creazione di “connessioni”.

Ovviamente, è possibile giocare a Death Stranding offline, non vi è alcun obbligo nel farlo online. Kojima in persona, però, lo sconsiglia. Tramite un’intervista rilasciata ai microfoni di Kotaku, il director spiega che giocando offline si perde una parte fondamentale dell’esperienza.

Death Stranding

Viene spiegato che Kojima dà per scontato che molte persone abbiano le proprie PlayStation 4 connesse a internet oggigiorno e che quindi molti avrebbero sperimentato Death Stranding online: con questa certezza, la visione del gioco è stata quella di creare un’esperienza single player che al tempo stesso ci collega agli altri giocatori. Il titolo rimane fruibile in ogni caso, ma l’idea originale richiede l’online per essere vissuta appieno.

Vi ricordiamo che Death Stranding sarà rilasciato l’8 novembre 2019 su PlayStation 4, ma che arriverà anche su PC nel corso dell’estate del 2020 grazie a 505 Games, editore italiano che si è occupato di giochi come Control e Assetto Corsa. Diteci, cosa ne pensate di Death Stranding? Se ancora non l’avete fatto, potete leggere la nostra recensione, a cura di Yuri Polverino.

Siete ancora in tempo per prenotare la vostra copia di Death Stranding in formato PlayStation 4 su Amazon, precisamente a questo indirizzo.