Tom's Hardware Italia
PlayStation 4

Detroit Become Human, una storia narrata da tre prospettive

In un lungo comunicato, David Cage – uno degli autori di Quantic Dream – ha raccontato sulle pagine del blog ufficiale di PlayStaton le caratteristiche della narrazione di Detroit: Become Human e i suoi tre personaggi principali che accompagneranno gli appassionati. La storia, innanzitutto, ruoterà attorno a tre protagonisti – Connor, Markus e Kara – e […]

In un lungo comunicato, David Cage – uno degli autori di Quantic Dream – ha raccontato sulle pagine del blog ufficiale di PlayStaton le caratteristiche della narrazione di Detroit: Become Human e i suoi tre personaggi principali che accompagneranno gli appassionati.

La storia, innanzitutto, ruoterà attorno a tre protagonisti – Connor, Markus e Kara – e ciascuna decisione intrapresa dagli utenti sarà in grado di influire sul destino di ciascun personaggio, ma inevitabilmente su quello degli altri due. 

David Cage ha spiegato che hanno creato la storia prendendo spunto da altre produzioni letterarie eccellenti. I tre androidi infatti sono stati congegnati da tre compositori "in modo che al giocatore sembri di affrontare tre giochi diversi".

Il primo protagonista è Connor – prototipo RK800 -, creato da CyberLige. Questa macchina umanoide ha l'obiettivo di assistere gli investigatori umani durante le indagini attraverso il supporto tecnologico. Egli è equipaggiato con "modulo sociale, sviluppato per creare il 'partner ideale', in grado di interagire con qualsiasi squadra".

Connor è equipaggiato da funzionalità speciali che lo rendono un perfetto analizzatore molecolare in tempo reale. Lui è anche in grado di ricostruire gli eventi passati attraverso la sua intelligenza innata. I suoi altri punti forti sono la freddezza e la determinazione che lo portano a compiere tutte le missioni.

Il secondo androide è Markus – prototipo RK200 -, "proprietà del celebre pittore Carl Manfred, un anziano che ha perso l'uso delle gambe". Questo protagonista, dopo una fase di distaccamento, inizia ad entrare nel cuore del suo padrone tanto da innescare a quest'ultimo un "affetto paterno". 

"Il viaggio di Markus lo porterà dall'essere il badante al servizio di un anziano al leader della storica rivoluzione androide", spiega David Cage nel comunicato. "Ma guidare una rivoluzione sarà molto più difficile di quanto possa immaginare: dovrà gestire i malumori faziosi della sua gente, affrontare dilemmi irrisolvibili, scelte morali e sacrifici".

Kara – prototipo AX400 – è l'unico personaggio principale al femminile del videogioco. Questo androide è stato progettato per le semplici faccende domestiche e le sue sembianze sono quelle di una semplice ragazza. Lei è in grado di parlare e interpretare magnificamente 300 libri e riesce a cucinare 9000 piatti differenti. 

Il suo obiettivo è quello di prendersi cura di Alice, figlia del padrone Todd Williams, ma ben presto le due ragazzine fuggono per intraprendere un viaggio alla scoperta del mondo

Vi ricordiamo che Detroit: Become Human sarà disponibile esclusivamente su PS4 e PS4 Pro il prossimo 25 maggio. Siete pronti a rendervi partecipi alla vita di questi tre androidi?


Tom's Consiglia

Se siete interessati a questa storia, potete prenotare Detroit: Become Human sulle pagine di Amazon.