Giochi PC

Diablo 4 e Overwatch 2 hanno “eliminato” progetti segreti di Blizzard

Blizzard ha confermato che tre sviluppatori di primo piano facenti parte della società da lungo tempo hanno lasciato il team, nel mezzo della cancellazione di alcuni progetti segreti mai annunciati. Il tutto è avvenuto in seguito alla volontà di riposizionare i membri dei vari team per dare supporto allo sviluppo di due seguiti di giochi di primo piano, i quali paiono essere proprio i chiacchieratissimi Diablo 4 e Overwatch 2.

Come riportato da Kotaku, Dustin Browder (ex-director di Heroes of the Storm e lead designer di StarCraft II), Eric Dodd (ex-director di Hearthstone) e Jason Chayes (ex-production director di Hearthstone) hanno tutti lasciato la propria posizione all’interno di Blizzard quando la società ha deciso di cancellare uno sparatutto in prima persona basato su Starcraft e un gioco mobile non meglio definito.

In una dichiarazione rilasciata a Kotaku, un portavoce di Blizzard ha confermato che i tre uomini hanno lasciato la società mesi fa ma che al tempo stesso saranno sempre parte della “famiglia Blizzard”.

Sottolineiamo che attualmente non ci sono conferme ufficiali legate a Overwatch 2 e a Diablo 4, ma al tempo stesso i rumor continuano a emergere. In particolar modo, Diablo 4 è stato “svelato” tramite l’art book ufficiale, in uscita il 3 novembre 2019. Abbiamo anche potuto scoprire che Lilith tornerà all’interno del nuovo capitolo, sempre ammesso che sia tutto vero. Nel caso di Overwatch 2, invece, si è parlato di una modalità PvE, di nuove abilità per gli eroi e del nome, che dovrebbe ricalcare la struttura di Fortnite con un sottotitolo del tipo “Capitolo 2”. Non è stato un periodo semplice per Blizzard, sopratutto in seguito ai problemi legati a Hearthstone e alle proteste di Hong Kong. Speriamo che la BlizzCon 2019 possa risollevare la società.

In attesa delle novità, possiamo divertirci con Diablo 3 e Overwatch, da poco uscito su Nintendo Switch.