Giochi PC

Dr Disrespect su Mixer? Non accadrà mai, ecco perché

Recentemente, Herschel Beahm IV, meglio noto come Dr Disrespect, ha commentato la possibilità di spostarsi su Mixer, la piattaforma di live streaming di Microsoft, abbandonando quindi Twitch. Lo streamer afferma di aver ricevuto un’offerta da Mixer, in passato, ma ammette di averla rifiutata a causa dello scarso interesse del pubblico verso la piattaforma. Dr Disrespect ha inoltre aggiunto che non opterebbe mai per Mixer, proprio per questo motivo.

L’uomo fa un confronto diretto tra Twitch e la diretta rivale, affermando che se in un dato istante Mixer può contare su 40.000 o 50.000 spettatori contemporanei, su Twitch sono invece presenti 1.5 milioni di utenti. Secondo questi valori indicati da Dr Disrespect, non c’è motivo di abbandonare il servizio di Amazon. A suo parere, questo prova che “non è possibile pagare per avere una community, non puoi comprare le visualizzazioni”. Tali parole sono ovviamente una risposta a quanto avvenuto con Ninja e Shroud, due dei più importanti “acquisti” effettuati da Mixer.

Fortnite Dr. Disrespect

Si tratta di una preoccupazione più che lecita: uno streamer punta di certo ha ottenere un bacino di utenza più ampio possibile ed è innegabile che in questo momento Mixer non riscontra il favore del grande pubblico. Su Twitch ci sono maggiori possibilità e, inoltre, avendo già un community attiva l’idea di dover ricominciare da capo su una nuova piattaforma non deve essere piacevole.

Ovviamente è possibile che Mixer, sul lungo periodo, riesca ad avvicinarsi ai numeri di Twitch. Chissà se a quel punto Dr Disrespect potrebbe decidere di rimangiarsi la parola e abbandonare Twitch. Diteci, voi quale piattaforma seguite maggiormente? Avete delle preferenze?