Giochi PC

EA denuncia Zynga: The Ville è una copia di The Sims Social

Electronic Arts ha deciso di procedere per vie legali contro Zynga, accusata di aver copiato diversi elementi di "The Sims Social" e di averli inseriti nel gioco "The Ville". La disputa è soltanto l'ultima di una lunga serie di azioni legali intraprese da diversi sviluppatori nei confronti di Zynga durante questi anni.

The Ville sembra troppo simile a The Sims Social secondo Electronic Arts

Nel documento inviato ai giudici statunitensi Electronic Arts evidenzia che molte caratteristiche di The Ville, come le conversazioni e i "momenti danzanti" degli avatar, lo rendono inconfondibilmente simile a The Sims Social, una sorta di versione semplificata di The Sims sviluppata per i browser e disponibile su Facebook.

Per avvalorare la sua tesi EA ha portato, per esempio, le otto personalità disponibili durante la fase di creazione del proprio personaggio in The Ville. Fra queste troviamo l'avatar atletico, il classico "cattivone" e molte altre, ma non è l'unica accusa mossa a Zynga dal colosso dei videogame. Secondo Electronic Arts perfino i colori della pelle del proprio personaggio sarebbero identici a quelli di The Sims Social, almeno in otto casi.

"Le scelte di design di Zynga, le animazioni, la gestione grafica, i movimenti e le azioni dei personaggi sono presi direttamente da The Sims Social", afferma Lucy Bradshaw, a capo di EA Maxis. "La copia è così evidente che i due giochi agli occhi di un utente inesperto sono largamente indistinguibili".

A noi sembrano simili perfino le immagini pubblicitarie dei due giochi…

La risposta di Zynga non si è fatta attendere ed è arrivata attraverso le parole di Reggie Davis, a capo del dipartimento legale dell'azienda. "The Ville è l'ultimo gioco della nostra saga 'ville' ed è spiacevole che EA sostenga che la sua azione legale sia una risposta appropriata al nostro gioco. Tutto questo dimostra una chiara mancanza di comprensione dei principi base del copyright ed è ironico che la decisione di EA arrivi poco dopo il debutto di SimCity Social, decisamente somigliante al gioco CityVille di Zinga", spiega Davis.

Il comunicato prosegue sottolineando che l'azienda difenderà strenuamente i suoi diritti ed che vuole vincere quanto ad apprezzamento da parte dei giocatori. Una strategia ben lontana dal puro e semplice "ci difenderemo" e che mostra la presa di posizione dell'azienda, che molto probabilmente si era già preparata ad eventuali azioni legali da parte di Electronic Arts.

Una scelta sicuramente dettata dall'esperienza, visto che Zynga nel corso della sua storia ha dovuto affrontare diverse querelle legali. Nel 2011 ha dovuto fronteggiare l'accusa di aver copiato Mafia Wars (un altro gioco popolare su Facebook) e sempre nello stesso anno è arrivata un'altra disputa legata a FrontierVille, reo di aver preso in prestito troppi elementi da Oregon Trail, nato come videogioco educativo negli anni 80 e successivamente sbarcato su una moltitudine di piattaforme. Entrambe le dispute si sono risolte raggiungendo un accordo ma in questo caso l'avversario è Electronic Arts, una grossa società che non ha sicuramente problemi a portare avanti costose cause legali.

The Sims Social e The Ville a confronto… Trovate le differenze? – Clicca per ingrandire

Inoltre il celebre publisher ha un'altra freccia al suo arco e ha intenzione di accusare Zynga di aver ottenuto informazioni riservate sui piani di sviluppo di The Sims Social dopo aver assunto tre importanti membri di EA poco prima del debutto del gioco. La battaglia è appena cominciata e forse questa volta Zynga dovrà deporre l'ascia di guerra.