Altre Console

EA: fotorealismo next-gen, ecco la tecnologia che lo permetterebbe

Electronic Arts, meglio conosciuta con l’acronimo EA, sta pensando a una tecnologia next-gen in grado di portare il fotorealismo nei videogiochi a un nuovo livello. I dettagli sono evidenziati da un brevetto trovato da GameRant che coinvolge la creazione dei personaggi giocabili attraverso lo sfruttamento di foto reali.

Mentre EA si prepara a rilasciare nuovi giochi per questa fine del 2021 come FIFA 22 e Battlefield 2042, gli ingegneri informatici dell’azienda sono stati impegnati a cercare di innovare i videogiochi sviluppando nuove tecnologie depositando un brevetto che secondo GameRant potrebbe portare a una creazione del personaggio nei giochi molto più agile, ma soprattutto molto più fotorealistica.

Il fotorealismo nella modellazione 3D, nei videogiochi e nelle altre industrie digitali, ha raggiunto vette incredibili grazie alla fotogrammetria, una tecnica che attraverso più foto scattate in punti spaziali differenti attorno all’oggetto da modellare, riesce a calibrare le distanze tra le varie foto con complicati algoritmi arrivando a rappresentare un modello 3D fotorealistico. È quanto succede in alcune aree di Microsoft Flight Simulator, come quelle arrivate nell’ultimo update. Gli algoritmi studiati da EA per il suo brevetto invece, descrivono l’utilizzo di una sola immagine di una persona. Il processo porterebbe alla creazione quasi istantanea di un modello 3D basato su un wireframe pre-costruito di un personaggio, risultando in una rappresentazione fotorealistica immediata dell’individuo presente in foto.

Immaginiamo che una tecnologia del genere sia probabilmente meno precisa della fotogrammetria, ma sicuramente è molto più immediata e meno macchinosa da realizzare, utile per situazioni come la creazione di un personaggio in un videogioco. In realtà potrebbe essere utile anche per gli sviluppatori stessi quando si tratterebbe di creare NPC. Inoltre, GameRant specifica anche che nel brevetto EA la tecnologia è descritta in grado di separare l’abbigliamento dal resto dell’immagine, e ciò quindi implicherebbe anche la possibilità di poter creare costumi e vestiti basati sugli indumenti rappresentati in foto. Che questa tecnologia stia venendo sviluppata per un ipotetico The Sims 5?

Parlando di fotorealismo, potreste essere interessati a Microsoft Flight Simulator, disponibile a prezzi vantaggiosi su Amazon cliccando qui.