Tom's Hardware Italia
PlayStation 4

eFootball Pro Evolution Soccer 2020, le novità dalla Gamescom

Durante la Gamescom 2019 abbiamo nuovamente provato e visto il nuovo eFootball Pro Evolution Soccer 2020. Ecco le nostre impressiono sul calcistico di Konami!

Fra poco inizierà il tanto atteso campionato di calcio di Serie A, almeno per gli appassionati, un appuntamento immancabile. Gli stessi fan molto probabilmente attendono di scegliere e giocare il videogioco calcistico annuale, pronti a sfidare gli amici sia online che in locale.

In questo articolo vi parliamo di eFootball Pro Evolution Soccer 2020, lo sportivo di Konami che quest’anno si presenta più in forma che mai grazie a una serie di nuove aggiunte e rinnovate modalità e meccaniche. Per l’occasione l’abbiamo nuovamente visto e provato a Gamescom 2019, ecco le nostre impressioni nel dettaglio.

Un nuovo inizio

Konami sembra aver fatto mea culpa e capito che le licenze sono fondamentali, in particolar modo quelle più importanti e da questo punto di vista quest’anno è stato fatto un grandissimo passo in avanti, portano nuove squadra partner all’interno del gioco e assicurandosi l’esclusiva della Juventus. Da qui all’uscita altre società si aggiungeranno, oltre che nuovi campionati come la Serie A già annunciata.

La squadra di sviluppo, tuttavia, non si è solo accontentata di ottenere delle licenze e lanciarle nel gioco, ma al contrario si sono impegnati nel cercare di rendere i nuovi ingressi più realistici che mai grazie alla tecnologia del 3D scan su giocatori e stadi. Mai i giocatori della Juve sono stato così realistici e mai l’Allianz Stadium o l’Old Trafford non sono mai stati così riconoscibili.

Tutto questo è impreziosito dall’incredibile Fox Engine che ancora oggi da il meglio di se dal punto visto estetico, impressionando in particolar modo nella gestione delle luci e da tutti i piccoli dettagli presenti sul campo da gioco.

Ovviamente anche la fisica rimane uno dei punti forti del gioco di Konami, così come il gameplay, ulteriormente migliorato grazie all’introduzione del Finesse dribbling, un sistema di dribbling nato in collaborazione con Andrés Iniesta. Questo migliorerà anche il primo tocco di palla e tutta la parte successiva, dal possesso al primo passaggio. Il team ha anche lavorato per introdurre una nuova telecamera televisiva, in grado di seguire per filo e per segno tutta l’azione dei nostri calciatori durante una determinata azione, esattamente come se stessimo vedendo una partita in televisione.

Tante sono anche le migliorie, dal comparto online che vede la nuova modalità Match Day ispirata alle partire del mondo reale fino alla rimasterizzazione della Master League, leggendaria carriera di PES fortemente rivista dagli sviluppatori sia per quanto riguarda i dialoghi sia per un sistema di calciomercato costruito con un nuovo algoritmo che bilancia maggiormente acquisti e vendite delle squadre. Se questo non dovesse basteare, nel 2020, Konami rilascerà un DLC gratuito dedicato al campionato UEFA Euro 2020, il tutto in esclusiva.

Tirando le somme

eFootball Pro Evolution Soccer 2020 ha tutte le carte in regola per porsi per essere lo sportivo calcistico dell’anno, ma tutto dipenderà dalla ricezioni dei giocatori e dalla forza delle esclusive ottenute, oltre che dalle nuove licenze. Certo, considerando il modello di gioco e il livello grafico, il gioco di Konami pare essere pronto per la nuova stagione. Ci auguriamo di ritrovarlo così anche in fase di recensione, dove approfondiremo tutto ciò che finora non abbiamo ancora avuto modo di provare. L’appuntamento è quindi fissato per settembre dove proveremo anche la modalità online.

eFootball Pro Evolution Soccer 2020 può essere prenotato su Amazon!