Giochi PC

The Elder Scrolls Online | Perché ESO Plus merita di essere provato

The Elder Scrolls Online si sta preparando ad accogliere Greymoor: la nuova espansione ambientata nelle terre di Skyrim che abbiamo avuto modo di provare alcune settimane fa. Mentre le streghe e i vampiri si preparano nei loro covi tra le foreste di Solitude e le profondità di Blackreach, anche gli eroi di Tamriel stanno affinando le loro armi per fronteggiare le prossime minacce, forti di molti nuovi giocatori sbarcati sull’onda della curiosità e del recente periodo di prova gratuito, a cui sta attualmente seguendo un free trial dell’abbonamento ESO Plus.

A ragione della nuova popolazione di gioco, con quanto segue vogliamo cercare di fare il punto sull’offerta di ESO Plus e su quello che offre alle porte di Greymoor, soprattutto per chi non ha mai voluto approfondire la questione. ESO Plus è infatti un abbonamento mensile che, a differenza di altri MMORPG, non è obbligatorio per accedere ai contenuti del gioco base e degli eventuali capitoli acquistati con i vari pacchetti disponibili. Il maggiore dei suoi vantaggi è l’accesso a qualsiasi contenuto aggiuntivo sia stato rilasciato nel corso del ciclo vitale di The Elder Scrolls Online, comprensivo anche dei due capitoli Summerset e Morrowind. Seguiti dalla possibilità di avere una borsa infinita per i materiali legati al sistema di Creazione e uno “stipendio” in valuta premium donatovi all’acquisto, il quale vi permette di comprare numerosi oggetti (estetici o utility) nel Crown Store.

A prima vista è difficile intuire il valore di ESO Plus oltre i bonus immediati come la Crafting Bag e la valuta, perciò la domanda che spesso ci si pone è: “Vale la pena investire ulteriore denaro in un abbonamento opzionale?” La risposta, come scopriremo, è molto più libera e positiva di quanto ci si aspetterebbe.

Il maggior vantaggio: i DLC

Oltre ai tre capitoli principali (Morrowind, Summerset ed Elsweyr) e al prossimo Greymoor, The Elder Scrolls Online possiede una lunga serie di DLC aggiuntivi che coprono quasi l’interezza delle tipologie di contenuti che il gioco propone: campagne longeve, fazioni, dungeon, aree esplorabili e trial. Sottoscrivere ESO Plus dà automaticamente accesso a tutti questi contenuti senza richiedere nessun altro tipo di acquisto fintanto che sarete abbonati o li comprerete con la valuta che otterrete sottoscrivendo a esso. In totale avrete accesso a 16 DLC con una sola sottoscrizione, di cui alcuni sono intere nuove zone da poter esplorare.

Ci sono DLC come Harrowstorm o Scalebreaker che portano due dungeon senza aggiungere vere e proprie zone, il che significa che andrebbero sfruttati principalmente per ottenere gli obiettivi ed eventuali pezzi d’equipaggiamento in essi. Sottoscrivere ESO Plus per uno o due mesi, nel caso foste interessati solo a contenuti presenti in dungeon specifici, vi permetterebbe di ottenere tutto ciò che vi serve per il vostro personaggio, il che dà ai giocatori saltuari l’opzione di abbonarsi in periodi specifici al fine di ottimizzare le build a loro disposizione.

Indubbiamente però, l’aspetto più interessante di ESO Plus nei riguardi dei contenuti aggiuntivi di The Elder Scrolls Online sono i DLC che aggiungono aree e storie, comprensive dei rispettivi dungeon e a volte anche trial. Basti pensare a Orsinium e alle numerosissime ore della sua campagna con tutte le secondarie a suo seguito, o a Clockwork City e all’importanza che l’influenza di questa città ha nella trama di gioco, specie se si guarda al suo Trial. O a Dragonhold, che porta la conclusione della storia principale di Elsweyr e fa da ponte con i contenuti di Dark Heart of Skyrim. Un singolo di questi contenuti è ben più che valevole del prezzo mensile dell’abbonamento a ESO Plus, specialmente se consideriamo che in alcuni di questi sono presenti fazioni come la Gilda dei Ladri, La Confraternita Oscura e l’ordine Psijic.

Nel riguardo di quest’ultime, completando le rispettive quest nei contenuti a loro dedicati è possibile per i vostri personaggi ottenere alcuni Alberi di Abilità, i quali naturalmente non scompariranno nel caso in cui decidiate di non rimanere sottoscritti una volta sbloccati. Escludendo l’ordine di Summerset (che vi permetterà l’accesso anche al crafting dei gioielli), le skill line dei ladri e della confraternita non sono considerabili come essenziali per i contenuti più gettonati del gioco, tuttavia forniscono alcuni bonus che potrebbero farvi comodo nel corso dell’avventura, specialmente se siete dei giocatori che adorano gli Atti Criminali.

Abbonandovi avrete quindi la possibilità di completarli nel tempo in cui deciderete di potervici dedicare. Un mese di gioco, o due, potrebbero essere sufficienti a farvi vivere l’esperienza principale di ognuno di essi, anche se ogni DLC è pieno zeppo di stili armatura, obiettivi e luoghi da scoprire che potrebbero richiedere più tempo. Su questo fronte vi viene in aiuto la facoltatività dell’abbonamento, consentendovi di tornare quando volete nel momento in cui più vi fa comodo a meno di non averli acquistati in maniera permanente con la valuta premium.

La Crafting Bag e i bonus per gli amanti della creazione

Dopo i DLC, uno dei motivi per cui sentirete molta gente abbonata a ESO Plus è la possibilità di avere una borsa infinita per i propri materiali ed esterna all’inventario di ogni personaggio, oltre che condivisa con ogni vostro eroe. Questo è uno dei vantaggi più utilizzati di ESO Plus, in quanto su The Elder Scrolls Online l’inventario è abbastanza limitato e richiede di essere espanso attraverso alcuni meccanismi di gioco come l’acquisto di borse o aumentare la capienza della propria cavalcatura. A soccorrere i giocatori c’è sempre la banca, la quale può ospitare un certo numero di oggetti (con la possibilità di essere raddoppiata se si è abbonati a ESO Plus), ma è difficile sottrarre prezioso spazio per tenere al sicuro dei materiali che potrebbero anche non essere utilizzati.

Molti giocatori ovviano a questo problema designando un personaggio creato appositamente per il crafting, in modo da poter gestire tutti i materiali lì ed evitare di accumularli sui personaggi che vanno nei dungeon o nei trial. È altresì noto ai giocatori di vecchia data che il problema del crafting è davvero relativo e risolvibile con un minimo di capacità di gestione dei propri spazi, oltre che a potersi affidare al mercato delle gilde dei giocatori per comprare i materiali migliori o i prodotti già fatti. Considerando le diverse possibilità a disposizione per tutti i giocatori, l’abbonamento a ESO Plus non dovrebbe essere deciso dalla Crafting Bag, ma è sicuramente un modo comodo per eliminare diversi passaggi nella gestione o spostamento delle proprie risorse tra i vari personaggi dell’account.

ESO Plus però, oltre al 10% di aumento all’esperienza e all’oro acquisito, fornisce anche il 10% di bonus nell’Ispirazione e nella Ricerca. Aggiungendoci la Crafting Bag, sottoscrivere l’abbonamento potrebbe essere un’ottima idea nel caso in cui si voglia tirare su da zero un nuovo personaggio dedicato al crafting, in modo da potergli far fare diversi contenuti senza preoccuparsi troppo dello spazio nell’inventario e godendo dei vari bonus per risparmiare tempo. Niente che renda il processo immediato o ingiusto nei confronti dei giocatori non abbonati, ma è sicuramente un motivo in più a favore dell’abbonamento da poter associare all’accesso a tutti i DLC. È bene inoltre ricordare che una volta sottoscritto ESO Plus, i materiali si sposteranno automaticamente nella crafting bag e vi rimarranno accessibili anche nel caso in cui decidiate di non rinnovare.

Estetica e utility

Oltre ai due bonus “maggiori”, ESO Plus a oggi viene con alcune caratteristiche totalmente accessorie e che vanno a favorire i giocatori di The Elder Scrolls Online con un pallino per la componente visiva. Partendo della propria abitazione, chi è abbonato a ESO Plus riceverà spazio raddoppiato per i mobili e potrà colorare i Costumi alla stazione apposita (tutti i giocatori possono però colorare l’armatura, questo si riferisce specificamente a Costumes). A corredo ci saranno anche diverse offerte nel Crown Store che sconteranno alcuni articoli di volta in volta, oltre a eventuali regali generalmente legati al mobilio.

Ogni mese sottoscritto vi varrà inoltre una somma di Crowns che potrete spendere nell’omonimo negozio e che potrebbero quindi darvi accesso a una marea di contenuti. Oltre a quelli legati solo all’aspetto, ci sono numerose opzioni per cui potreste trovarvi a risparmiare la valuta regalata dall’abbonamento: la possibilità di sbloccare il mercante e il banchiere da chiamare a piacimento, sbloccare il vampirismo o la licantropia, accesso ad alcuni bonus come Any Race Any Alliance e numerose opzioni per potenziare l’esperienza ottenuta ma che, in cuor nostro, vi sconsigliamo in favore di alternative decisamente più valide e che non potreste ottenere giocando o con le ricompense gratuite del log-in giornaliero.

In Conclusione

ESO Plus ha una serie di vantaggi che tutto sommato lo rendono valevole del prezzo richiesto pur dimostrandosi squisitamente non necessario. L’attrattiva maggiore per cui potreste considerare l’abbonamento è quella di poter giocare tutti i DLC usciti finora (e futuri) ad un unico prezzo, soprattutto se parliamo di 16 contenuti totali di cui alcuni intere nuove zone piene zeppe di dungeon, quest e territori esplorabili, corredate dalla solita qualità nel doppiaggio e nell’ambientazione.

A prescindere dai numerosi aspetti positivi, ESO Plus non ha l’obiettivo di dividere i giocatori in abbonati e non con power-up evidenti o contenuti bloccati solo dietro di esso (ogni DLC è disponibile per l’acquisto singolo), piuttosto quello che veramente si propone di essere è un accesso rapido all’offerta completa di gioco a un prezzo più che conveniente, dove ogni cosa ottenuta rimarrà con voi anche alla fine di esso e con nessun tipo di vincolo nel doverci rimanere ogni singolo mese. Nulla dell’offerta di base ed essenziale (inclusi i capitoli che di solito sono compresi nell’acquisto iniziale) vi sarà precluso, regalandovi centinaia di ore anche senza mai mettere ulteriormente mano al portafoglio.

Ma, nel caso in cui vogliate ancora di più o gradiate una particolare tipologia di storia o zona, ESO Plus è la risposta migliore per trovare altro divertimento e supportare un team di sviluppo dedito ad aggiornare costantemente la propria creazione da diversi anni. E, se siete indecisi, potreste sempre approfittare degli occasionali free trial del servizio organizzati proprio per mostrare nel concreto i vantaggi ottenibili.

Inizia il tuo viaggio su Tamriel e acquista The Elder Scrolls Online con tutti i capitoli principali!