Tom's Hardware Italia
Giochi PC

EVE Online: politico americano cacciato per traffico illecito di informazioni

EVE Online non scherza quando si parla di accordi di non divulgazione: un politico americano è stato cacciato per traffico di informazioni.

Un vero politico americano è stato cacciato da EVE Online per presunto traffico illecito di informazioni. Parliamo del repubblicano Brian Schoeneman che, all’interno del gioco, è conosciuto come Brisc Rubal. Il politico è stato rimosso dal proprio ruolo all’interno del “Council of Stellar Managment (CSM)” per aver infranto un accordo di non divulgazione, usando informazioni confidenziali per guadagnare soldi in-game.

Tramite un post sul sito ufficiale, lo sviluppatore CCP ha affermato che Brisc Rubal è stato colto a condividere informazioni con un altro membro della propria alleanza, il quale ha usato tale conoscenza per condurre “transazioni in-game illecite”: Brisc Rubal ha negato ogni accusa.

Il CSM opera sotto un accordo di non divulgazione (NDA) con CCP Games che gli permette di accedere a funzioni esclusive per offrire un feedback su futuri aggiornamenti all’interno di Eve Online. Rubal, che ha pubblicizzato la propria esperienza personale in qualità di politico per entrare a far parte del CSM, è stato rimosso dalla propria posizione e gli è stato proibito di ottenerne altre per sempre. Inoltre, il suo account è stato permanentemente bannato. Altri due giocatori legati alla vicenda hanno ottenuto un ban di un anno e gli è stato confiscato tutto quello che hanno ottenuto grazie alle informazioni ottenute illecitamente.

È stato il CSM stesso a segnalare il comportamento del politico agli sviluppatori. Brian Schoeneman ha affermato di aver intenzione di contestare le sanzioni subite, poiché non solo l’accaduto danneggia la sua reputazione in-game, ma anche quella nella vita quotidiana, avendo lui legato le due realtà. Diteci, cosa ne pensate dell’accaduto e del comportamento di questo politico?