Giochi PC

Fallout 76: i giocatori stanno bullizzando chi si iscrive a Fallout 1st

Come sapete, Bethesda ha da poco reso disponibile Fallout 1st, un abbonamento su base mensile/annuale che costa, rispettivamente, 15/120 euro. Questo abbonamento premium di Fallout 76 dà accesso agli attesi server privati, alla possibilità di accumulare oggetti infiniti e a una serie di altri bonus minori, come equipaggiamenti, emote e atomi. Purtroppo i primi giorni di questo servizio sono stati alquanto travagliati, sopratutto a causa di un bug che ha fatto scomparire, anche se pare in modo non definitivo, gli oggetti dei giocatori paganti.

Per quanto ci siano stati molti problemi, una fetta degli utenti ha comunque deciso di voler beneficiare fin da subito dei vantaggi derivanti da Fallout 1st. Purtroppo, tutti loro non avevano idea che avrebbero affrontato un altro problema, per quanto non di natura tecnica. Di cosa stiamo parlando? Del bullismo, o forse dovremmo dire cyber-bullismo.

Fallout 76

Come è possibile scoprire tramite un thread di Reddit, chiunque ammetta indirettamente di essere un iscritto a Fallout 1st (ovvero usando emote uniche) viene preso di mira dai giocatori non paganti. Un giocatore afferma di essere stato “aggredito” nel momento in cui ha usato un’emote Mothman, mentre altri affermano di essere stati insultati verbalmente, con frasi del tipo “Porta la tua stupida emote “Danza robot” nel tuo server privato!

Questa novità di Fallout 76 sembra aver esacerbato la community, creando addirittura fazioni interne. Alcuni parlano addirittura di creare una community esclusiva per i paganti, non accessibile agli altri giocatori: speriamo solo stiano scherzando.

In questo caso si tratta di un problema generato dalla community stessa e non dal gioco, ma nondimeno sembra che la sfortuna (ma possiamo chiamarla sfortuna a questo punto?) continui a perseguitare Fallout 76 e Bethesda. Voi cosa ne pensate di tutta la situazione?

Se Fallout 76 contina a convincervi, potete iniziare a giocare acquistando il gioco su Amazon. Se invece preferite un’esperienza vecchio stile, allora The Outer Worlds è la scelta giusta.