Giochi PC

Fallout 76, ancora lotta di classe: arriva il clan degli “aristocratici”

Tra le tante notizie che avevano seguito la travagliata introduzione dell’abbonamento a Fallout 76,  ce n’erano anche alcune che riguardavano casi di bullismo da parte dei giocatori non paganti nei confronti di chi aveva deciso di iscriversi al servizio. Uno degli elementi che permette di identificare gli abbonati sono le emote esclusive di Fallout 1st e proprio alcuni utenti avevano raccontato di essere stati insultati e invitati, in maniera non proprio diplomatica, ad andare a giocare nei server privati.

A distanza di qualche settimana, la testata Polygon ha raccolto altre storie di abbonati: uno di loro, ad esempio, è stato preso di mira da un gruppo di personaggi travestiti da orsi dopo aver usato sempre un’emote esclusiva per gli abbonati di Fallout 76. Questi episodi sono comunque da considerarsi una conseguenza delle critiche, spesso troppo violente, di una parte della community nei confronti dell’abbonamento lanciato da Bethesda. La risposta non è tardata ad arrivare, tanto che alcuni giocatori hanno fondato il clan Apocalyptic Aristocracy.

Fallout 76

“Presto si era passati dalle critiche nei confronti di Bethesda agli insulti contro chi aveva scelto di pagare l’abbonamento” ha raccontato sempre a Polygon il fondatore del clan di Fallout 76, uno di quei giocatori che avevano anche tentato di stemperare la tensione. Erano così anche nati dei meme e delle voci sulla presunta lotta di classe che alla fine sembra essersi parzialmente realizzata. Alcuni abbonati a Fallout 1st hanno così deciso di diventare ciò che i giocatori non paganti li accusavano di essere. Le intenzioni del clan, che ora conta 300 giocatori, non sono mai state serie nel portare avanti un conflitto del genere ma alla fine la dinamica da gioco di ruolo è diventata anche divertente.

“I giocatori contrari all’abbonamento sono diventati molto tossici, tanto che non si può parlare dei server privati o dei vantaggi di Fallout 1st senza essere insultati – ha detto il fondatore di Apocalyptic Aristocracy – Quello che era iniziato per scherzo è diventato un rifugio per gli abbonati in cui si può parlare liberamente”. Tra le attività del gruppo ci sono anche feste eleganti e sono pianificati red carpet, duelli e altre attività che si addicono ad un’aristocrazia. Aldilà di come la si pensi su Fallout 1st, le aggressioni non possono essere giustificate e questo clan sembra essere una risposta intelligente e creativa per distendere un clima diventato troppo ostile.

The Outer Worlds è un nuovo gioco realizzato da alcuni ex sviluppatori di Fallout e potete trovarlo anche su Amazon.