Tom's Hardware Italia
Giochi PC

Fisica e Videogiochi: Mass Effect, come funzionano i Geth?

Fisica e Videogiochi è una rubrica che vuole unire scienza e divertimento. Scoprite i segreti della fisica possibile e impossibile usata nei videogame!

I Geth sono il motivo per cui in Mass Effect le intelligenze artificiali troppo avanzate non sono viste di buon occhio. In questa saga i Geth sono descritti come una razza robotica senziente creata dai Quarian, notoriamente grandi scienziati, per essere usati come forza lavoro. 

I programmi Geth, presi singolarmente, non avrebbero mai raggiunto un livello di coscienza tale da mettere in pericolo il delicato ordine universale di Mass Effect, ma la loro rete neurale permise a questa razza robotica di divenire effettivamente senziente. Il funzionamento della enorme macchina Geth è affascinante e particolare. "Mille voci che parlano assieme", tanto per citare EDI, un'altra intelligenza artificiale.

1483178 legion 04

L'intelligenza Geth comunica utilizzando tecnologie che consentono di trasmettere informazioni a velocità superiori a quella della luce, creando una democrazia diretta molto particolare. Una parte della razza robotica supporta i Razziatori, tale fazione non è vista dall'altra come "in errore". Secondo Legion, compagno di avventure del comandante Shepard, "gli eretici affermano che uno è meno di due, i Geth affermano che due è meno di tre".

Come funzionano i Geth

La tecnologia sfruttata dai Quarian per creare i Geth è quella della "swarm intelligence", che nella robotica degli sciami, scienza che studia i comportamenti sociali degli insetti per implementarli nelle macchine, pone limiti al singolo individuo a favore della comunità. 

  • Gli individui dispongono di capacità limitate.
  • Gli individui non conoscono lo stato globale del sistema.
  • Assenza di un coordinatore unico.

I Geth, tuttavia, hanno come scopo la costruzione di una struttura che faccia da nucleo centrale alla loro intelligenza collettiva. Gli unici limiti posti dalla scienza alla macchina Geth sono quelli che riguardano le comunicazioni a velocità superiore a quella della luce, mentre restano dubbi – anche molto filosofici – riguardo alla possibilità che esistano macchine senzienti.

Al giorno d'oggi esistono algoritmi che tentano di riprodurre "intelligenze collettive" come quella di api e formiche. Ad esempio, l'ACO (Ant Colony Optimization algorithm) è un metodo per la risoluzione dei problemi che lavora in modo simile a una colonia di formiche.

algoritmo aco ant colony optimization schema

L'ACO prende spunto dal sistema usato dalle formiche per trovare il percorso più breve per raggiungere il cibo:

  1. Una formica trova una fonte di cibo, porta il cibo al formicaio, lascia una traccia del percorso con i suoi feromoni.
  2. Le formiche vicine seguono – più o meno – il percorso della formica, trovano il cibo, lo portano al formicaio.
  3. La traccia viene rafforzata da altri feromoni, ma se esiste un percorso più breve, esso viene preferito dalle formiche, questo perché un percorso più breve sarà sempre più rafforzato.
  4. I percorsi peggiori tendono a sparire (i feromoni evaporano), viene determinato il percorso migliore.

Questo sistema apparentemente molto semplice nasconde un grandissimo potenziale di ottimizzazione nella risoluzione dei problemi, che può essere applicato nelle moderne tecnologie informatiche. Le sue caratteristiche principali sono la possibilità di auto-organizzarsi, di essere adattabile e molto solido.

Non esistono ancora intelligenze artificiali abbastanza avanzate da poter essere anche solo paragonate ai Geth e almeno per il momento questa affascinante tecnologia è ancora in una fase piuttosto embrionale, anche se presenta già interessanti sviluppi. Per ora non c'è pericolo di dover affrontare una crisi con conseguente guerra tra umani e robot, e siamo sicuri che un'IA collettiva così avanzata preferirebbe comunque metodi non violenti… forse!