Giochi PC

GameStop chiuderà centinaia di negozi nel 2020 ma non per la pandemia

In questi giorni, in un periodo di uscite di un certo spessore come Resident Evil 3 e Final Fantasy 7 Remake, alcuni clienti di GameStop si sono ritrovati con un acconto già consegnato e nessuna speranza di avere tra le mani una copia fisica del gioco ordinato. Chi aveva prenotato una copia nei punti vendita italiani, infatti, non ha avuto neanche la possibilità di stornare la propria prenotazione in un ordine online e sperare magari in una consegna a domicilio. Quindi, a chi aveva prenotato il titolo, non resta che semplicemente aspettare la riapertura che sicuramente non arriverà a breve scadenza.

Molti punti vendita GameStop in tutto il mondo però, anche dopo la quarantena, potrebbero restare chiusi definitivamente. In particolare stando alle ultime notizie della società saranno centinaia i punti vendita che chiuderano entro la fine dell’anno. Durante un meeting il vice presidente esecutivo e chief financial officer Jim Bell ha spiegato che le chiusure previste per quest’anno saranno “pari o superiori” alle 320 avvenute nel 2019. L’anno scorso, infatti, aveva chiuso 333 punti vendita e aperto 12 nuovi nel progetto complessivo che viene definito come un “piano di de-densificazione”. Tutto questo è dovuto anche alla pandemia da coronavirus che ha costretto alla chiusura parziale dei singoli negozi?

Su questo punto Bell è stato molto chiaro: «Non meno importante è porre l’accento sul fatto che queste chiusure dei punti vendita sono una parte molto specifica e proattiva del nostro piano di de-densificazione e non sono legate alle più recenti tendenze di mercato». Il riferimento è evidentemente alla quarantena dovuta al coronavirus che non avrebbe influito su questa scelta.

Secondo i vertici di GameStop questo piano di tagli ha già iniziato a dare i propri risultati l’anno scorso, tanto che Bell ha parlato di «impatto positivo sia per le vendite che per la crescita dei ricavi» dato che le vendite si sarebbero trasferite sugli altri negozi vicini alle aree in cui sono state chiuse. Secondo gli ultimi dati finanziari diffusi da GameStop, il piano avrebbe già dato i suoi frutti con dei notevoli risparmi ottenuti nel corso del 2019.

The Last of Us 2 si può già prenotare su Amazon a questo indirizzo.