Tom's Hardware Italia
Giochi PC

Gaming disorder è ufficialmente una malattia

L'Organizzazione Mondiale della Sanità ha incluso all'interno del ICD-11 il gaming disorder, suscitando forti reazioni da parte dell'industria e non solo.

L’organizzazione mondiale della sanità ha recentemente aggiornato la International Classification of Diseases (ICD-11) inserendo al suo interno per la prima volta della storia il gaming disorder, considerato come un un disturbo comportamentale con un alto rischio di causare dipendenza.

Il cosiddetto gaming disorder è elencato subito dopo il gambling disorder, ossia il disturbo da gioco d’azzardo. Le due malattie sono descritte nel ICD-11 praticamente allo stesso modo, semplicemente sostituendo la parola gambling con gaming.

L’ International Classification of Diseases è un sistema per classificare le varie malattie e disturbi ai fini della ricerca epidemiologica e della gestione dei trattamenti clinici. Il gaming disorder, in particolare, è elencato all’interno del capitolo dal nome “Disturbi mentali, comportamentali o dello sviluppo neurologico” ed è descritto come un modello di comportamento legato al gaming persistente e ricorrente, sia online che offline.

I pazienti colpiti da gaming disorder, continua l’ICD-11, danno una priorità maggiore al mondo videoludico rispetto a quello reale e per loro il gaming prende spesso il sopravvento rispetto alla vita di tutti i giorni.

Non tutti sono però d’accordo con la decisione presa dall’Organizzazione Mondiale della Sanità. Un’unione di rappresentati del settore videoludico insieme ad altre sette nazioni europee ha invitato l’OMS a riconsiderare tale decisione.

“L’OMS è un organizzazione estremamente importante e le sue decisioni dovrebbero essere basate su revisioni regolari, inclusive e trasparenti supportate da esperti indipendenti. Il gaming disorder non è basato su prove sufficientemente solide per giustificare la sua inclusione in uno dei più importanti strumenti dell’OMS” hanno infatti dichiarato i membri di tale unione di intenti. Secondo loro, inoltre, la decisione dell’OMS è stata spinta da alcuni stati asiatici, come la Corea del Sud e la Cina, dove la situazione a riguardo è decisamente più grave

Il testo del ICD-11 è stato ratificato lo scorso anno e diventerà ufficialmente operativo il primo Gennaio 2022.

Che ne pensate di questa decisione da parte dell’Organizzazione Mondiale della Sanità?

L’importante alla fine è saper esser responsabili. Con la giusta moderazione una PS4 Pro, ad esempio, non ha mai fatto male a nessuno