Xbox One

Gears 5, The Coalition ci racconta Orda

Durante i primi giorni di Gamescom 2019 è stata annunciata da The Coalition la nuova modalità Orda di Gears 5, l’atteso quinto capitolo della saga di Gears of War in arrivo il prossimo 10 settembre 2019 in esclusiva per Xbox One e PC.

Da subito siamo riusciti a provarla, ma molti dettagli ci erano sfuggiti o comunque non erano stati chiariti, ora grazie a un evento a porte chiuse, i gentilissimi ragazzi canadesi di The Coalition ci hanno spiegato alcune nuove peculiarità di questa nuova Horde Mode.

La più grande Orda mai fatta

La nuova modalità Orda può contare su cinque classi diverse: tank, supporto, offensivo, scout e ingegnere. Ognuna di queste è accomunata a un determinato personaggio, per esempio JD è un gear offensivo, mentre Del è un ingegnere, il simpatico robot Jack, invece, è un supporto.

Le classi si differenziano come operatività. Lo scout ha il compito di raccogliere l’energia e depositarla, l’offensivo è colui che può fare più danni allo Sciame, l’ingegnere è incaricato a costruire barricate e torrette, il tank di subire più colpi di tutti per mettere al riparo gli altri giocatori, infine il supporto ha forse l’incarico più importante di tutti, curare la squadra, potenziarli nei momenti di difficoltà.

Oltre a tutto questo, ogni personaggio offre una skill passiva e una ultimate, vale a dire una abilità speciale molto potente che permette di essere utilizzata una volta conclusa la ricarica a tempo. JD può richiamare un attacco aereo, Fahz può vedere attraverso i muri, Kait invece può attivare l’invisibilità e colpire i nemici alle spalle.

Durante la partita, come abbiamo già detto nel nostro provato, ogni personaggio può potenziare grazie all’energia, quattro diversi perks fino al livello 10, questo consente una maggior profondità durante le partite. Anche la possibilità di spostare il riciclatore è un vantaggio non presente in Gears of War 4, in maniera tale cambiare luogo a seconda dell’ondata nemica.

La difficoltà rimane sempre scalabile con l’avanzare della partita, ma è possibile personalizzarla completamente nel menu di gioco prima dell’inizio, togliendo o inserendo determinati benefit nemici o malus propri. La conclusione di un’Orda consente di ottenere delle delle carte come ricompense, queste possono essere abbinate a un determinato personaggio fino a un massimo di cinque e applicano dei vantaggi. Le carte si differenziano come rarità, ci sono quelle comuni fino a quelle epiche e leggendarie, insomma per trovare le migliori occorrerà concludere l’Orda a difficoltà massima.

Tirando le somme

La presentazione a porte chiuse dell’Orda conferma la buona impressione avuta con il nostro provato. I ragazzi di The Coalition hanno impreziosito il tutto con una serie di caratteristiche aggiuntive molto interessante che potrebbero “rubare” diverse ore di gioco agli appassionati di Orda e Gears of War. Oltre a questo, i ragazzi canadesi hanno promesso ogni tre mesi contenuti aggiuntivi denominate “Operazioni”, tra cui nuove mappe multiplayer, nuovi personaggi per Escape e Orda e nuove carte, il tutto in maniera gratuita. Non ci resta che attendere di vedere la campagna di Gears 5 e capire se questo quinto capitolo può essere il ritorno in grande stile della saga di sparatutto in terza persona più amata del mondo Xbox.