Giochi PC

Giochi Playstation 3 a 59.99 dollari in USA?

Munechika Nishida, noto reporter delle testate Asahi Shimbun e Ultra One PC, dopo un'attenta indagine "investigativa" avrebbe scoperto i futuri prezzi di listino dei videogiochi per Playstation 3. Secondo le sue numerose fonti, Sony si appresterebbe a commercializzare, in Giappone, i nuovi titoli a cifre comprese fra gli 8800 yen (75,57 dollari) e 9800 yen (84,15 dollari). Tuttavia sul sito USA Sony Style, sono apparsi i prezzi di diversi giochi Playstation 3, tutti quotati a 59.99 dollari.

I prezzi giapponesi sono sempre stati leggermente più alti rispetto a quelli statunitensi, basta pensare che i titoli Playstation 2 sono venduti a circa 6800 yen (58,39 dollari) – solo Dragon Quest and Final Fantasy raggiungono gli 8800 yen. L'incremento rispetto alla precedente generazione, comunque, è considerevole: si stima un aggravio del 22%/30%.

L'editorialista giapponese è convinto che questo apprezzamento giapponese sia una diretta conseguenza del mancato sostengo da parte di Sony del segmento sviluppatori indipendenti. Inizialmente, il colosso giapponese aveva pensato di abbassare le sue royalty per terze-parti con una PS3 a piattaforma aperta. In pratica i "giocatori-sviluppatori" avrebbero potuto creare nuovi giochi e distribuirli online tramite la piattaforma proprietaria. Le mancate royalty sarebbero state compensate dall'aumento degli acquirenti, stimolati a loro volta all'acquisto da listini concorrenziali.

Tutto il lavoro per rendere la PS3 open, però, è rimasto al palo. Probabilmente lo sviluppo hardware e quello di tool specifici, di funzioni avanzate di community, security management avrebbero richiesto troppi investimenti. Il modello di business tradizionale, applicato, a questo contesto, quindi, ha prodotto costi di sviluppo alti, a portata di software house consolidate, e prezzi per prodotto finito davvero consistenti.

Ma Nishida è convinto che si concretizzerà almeno una nota positiva. L'hardware sarà venduto a basso prezzo, almeno rispetto ai costi produttivi. La partita sarà giocata completamente sulle royalty, come avvenne per la Playstation e la Playstation2. Inoltre, Sony si concentrerà soprattutto sulla soluzione a 20 GB, pur mantenendo in vendita quella da 60 GB. L'obiettivo è quello di giungere ad un'unica versione, leader indiscussa nel mass market e facile da gestire durante le operazioni commerciali.