Altre Console

Google Stadia è “audace” ma ci vorrà tempo per capirlo, secondo la società

Google Stadia è arrivato nelle nostre case lo scorso novembre (o dicembre, se avete preso la Premier Edition). Il colosso di Mountain View non ha rilasciato dati precisi ma, dovendo fare delle stime, pare difficile che si possa ritenere un successo di massa. Google Stadia ha passato anche parecchie settimane senza rilasciare aggiornamenti e solo di recente ha iniziato a svelare nuovi giochi in arrivo sul catalogo, alcuni dei quali esclusiva temporale. Ancora, però, si ha l’impressione che la piattaforma non sia completa.

A questo riguardo, parlando ai microfoni di Engadget, il Director of Product Management di Google, Andrey Doronichev, ha affermato di essere consapevole di queste preoccupazioni. Ha però risposto in modo molto semplice: serve tempo per capire l’audacia della piattaforma.

Google Stadia data center verde

Vediamo però le sue parole, in traduzione: “Abbiamo annunciato la nostra visione, che è qualcosa di elaborato, e ci vorrà del tempo per arrivarci. Va bene così, è perfetto. È questo di cui stiamo palando, no? Non si tratta di miglioramenti marginali, non si tratta di qualche caratteristica specifica. Si tratta di una dichiarazione audace che indica la direzione intrapresa. Ci stiamo dirigendo lì con grande confidenza. Se dovessimo guardare la velocità attuale, sono più che confidente nella nostra abilità di portare il nostro prodotto finale a destinazione.”

Stadia è costruita sulla stessa infrastruttura Google che ha gestito le ricerche e i video YouTube di miliardi di utenti di tutto il mondo per l’ultima decina di anni. Quindi si tratta di qualcosa di sicuro, sul quale non si possono avere dubbi.” In poche parole, Google Stadia ha ben chiara la direzione intrapresa e non vuole deviare il proprio corso: quel che è certo è che la lotta si farà sempre più serrata visto che alla fine dell’anno saranno rilasciate PS5 e Xbox Series X. Diteci, voi cosa ne pensate?