Giochi PC

Google Stadia: un nuovo video nasconde dettagli ancora non annunciati

Google Stadia ha finalmente una data di uscita. Per l’occasione, il colosso di Mountain View ha rilasciato anche un video il quale spiega in termini generali come funziona il servizio di game streaming. In un paio di minuti possiamo avere una panoramica della struttura del servizio e della sua filosofia. L’utilità del filmato, però, è secondaria (anche perché vi abbiamo già proposto la nostra guida completa al servizio). Il punto fondamentale è che il video nasconde alcuni dettagli ancora non annunciati o mostrati.

Di cosa parliamo? Dell’interfaccia. Nel filmato sottostante possiamo vedere quale sarà l’interfaccia del servizio. Ovviamente è possibile che ci siano dei cambiamenti, tra oggi e il 19 novembre, ma di base possiamo affermare di aver “visto” finalmente Google Stadia.

L’interfaccia viene mostrata sia in versione desktop/TV, sia in versione mobile. In entrambi i casi sono presente due voci nella parte bassa: una dedicata allo store e una dedicata alla nostra collezione di giochi, acquistati o ottenuti gratuitamente tramite l’abbonamento Stadia Pro.

Come già sappiamo, nell’istante di acquisto il gioco è subito disponibile, visto che non è necessario alcun tipo di download. Possiamo inoltre vedere un simbolo di “Play”, come l’avvio di un video streaming, al centro dello schermo, probabilmente dedicato all’avio del gioco. L’interfaccia mostra sullo sfondo Destiny 2 La collezione, ovvero il primo gioco gratis disponibile nel mese di novembre. Fra circa un mese potremo vedere tale interfaccia dal vivo e scoprire quali altri funzioni mette a disposizione.

Nel frattempo, vi ricordiamo che nel primo periodo sarà possibile accedere a Google Stadia unicamente se si ha preordinato la Founder’s Edition (oramai esaurita in Italia e in gran parte dell’Europa) o la Premier Edition (ancora disponibile). Se volete invece sfruttare il servizio in modo gratuito dovrete attendere il 2020, con l’arrivo di Stadia Base. Diteci, cosa ne pensate di quanto scoperto fino a questo momento?