Tom's Hardware Italia
Game Division

GTA 6: Rockstar è pronta ad innovare ancora una volta?

Negli scorsi giorni un leak avrebbe svelato le caratteristiche di GTA 6. Discutiamone assieme, cercando di capire la possibile strategia di Rockstar.

Rockstar Games non ha certo bisogno di presentazioni: innovativa, talvolta radicale, sicuramente avanguardista e coraggiosa; la software house padre di alcuni dei franchise più importanti di sempre ha dimostrato, nel corso degli anni, di guardare al medium e all’industria con uno sguardo peculiare, spesso avanti anni luce rispetto alla concorrenza. Senza andare troppo indietro nel tempo, prendiamo per esempio Red Dead Redemption 2, un gioco incredibile, per concept e realizzazione. Inedito se allarghiamo lo sguardo al genere open world, non tanto per le meccaniche in senso stretto, quanto per ambizione e qualità incredibile degli elementi che lo compongono.

Lo si capisce subito, sin dal prologo, di trovarsi di fronte ad un videogioco non legato ai crismi classici: cinematografico, empatico, politico; tratti distintivi di valore assoluto, che hanno contribuito a creare uno dei prodotti migliori di sempre. Non di una decade, ma di sempre. Red Dead Redemption 2 è, senza alcun dubbio, una delle produzioni che hanno influenzato e influenzeranno di più il settore.

Se tra di voi dovesse esserci però qualcuno che magari non ha apprezzato l’epopea in salsa Western di Arthur e la banda di Dutch, allora un altro perfetto esempio è GTA 5. Accattivante nella gestione dei personaggi, e ancora una volta unico nel modo in cui costruisce, popola e anima il mondo di gioco – quella Los Angeles riprodotta in scala 1:1 che ancora oggi fa impallidire molti titoli concorrenti.

Quest’enorme premessa (non dovevo farne ma ahimè, mi è scappata) perché nei giorni scorsi, una fonte a quanto pare tendenzialmente attendibile, ha riversato online una serie di leak che descriverebbero la nuova iterazione del brand di Grand Theft Auto, il sesto capitolo per l’appunto. Da quello che si evince (qui il recap sulle informazioni legate a GTA 6), il gioco sarebbe in sviluppo ormai da diverso tempo presso tutti gli studi Rockstar del mondo (Rockstar Worldwide Production) e uscirà per console di nuova generazione, PlayStation 5 e Xbox Scarlett. Non è tutto, perché il leak parla addirittura di struttura, trama e quant’altro.

Ora, cerchiamo di capire perché, secondo me, queste notizie non sono del tutto vere o del perché, se lo fossero, rappresenterebbero un potenziale passo indietro per i creatori di GTA.

GTA 6 in stile Narcos, fra droga e America anni ’70/’80?

Il contesto storico è molto importante, o comunque è una delle cose che balza immediatamente agli occhi. Parliamo dell’America degli anni ’70 e ’80, uno scenario sicuramente interessante che rinuncia però alla contemporaneità dei capitoli più recenti. Il protagonista dovrebbe essere Ricardo, un giovane corriere della droga che lavora a Vice City; da qui l’avventura si evolverà in un escalation al potere, toccando altre location come Liberty City, una Rio de Janeiro rivisitata e anche una parte del Sud America. L’incipit, dunque, sembra simile a cult come Scarface oppure al più recente e acclamato Narcos. C-ome dicevamo, ricorda da vicino la struttura dei film di genere, con un protagonista che viene presentato come un underdog, ma che grazie a coraggio ed ambizione si trasformerà in un signore nella droga – il passo successivo alla gloria, molto spesso è la morte.

Un solo personaggio giocabile, maschio (non donna come si era rumoreggiato) e più città visitabili. In più, pare che il mondo di gioco non andrà nella direzione iper-realistica di Red Dead 2, ma cercherà invece un approccio che mischi bene arcade e realismo. Ora, ad essere sinceri queste notizie non sono poi così entusiasmanti, per il semplice motivo che mancherebbe ambizione e sguardo pionieristico. Si potrebbe intravedere qualcosa nella possibilità appunto di visitare più città, ma in realtà i leak parlano di ambienti abbastanza limitati se non per la metropoli principali. Quindi? GTA 6 sarà un flop? Ipotesi azzardata, semmai il leak è pretestuoso, o comunque incompleto.

A livello di ambientazione e parentesi storica ci siamo, ma l’aspetto dove desidererei vedere più innovazione è indubbiamente l’intelligenza artificiale, il rapporto del protagonista con il mondo di gioco, e anche qualcosa di nuovo a livello di tessuto narrativo. Abbandonare magari il classico concept di missioni proponendo, perché no, qualcosa di più cinematografico.

Uno spunto interessante potrebbe essere, sempre secondo il leak, la stagionalità e i cambiamenti climatici, che non spingerebbero solo ad un cambio di approccio al gameplay, ma muterebbero addirittura l’ambientazione stessa. In aggiunta la parentesi temporale dilatata nella quale sarebbe ambientato GTA 6 suggerisce anche modifiche alla struttura delle città: edifici che appaiono e scompaiono, veicoli che diventano obsoleti e quant’altro.

Non dimentichiamoci anche la parte economica, che dovrebbe avere un sistema “interno”. Ricardo, diventando un signore della droga, potrà creare un impero non solo di narcotraffico, ma anche immobiliare. Si delinea insomma un eco-sistema di rapporto causa/effetto molto sostanzioso.

Generalmente, dunque, questi leak potrebbero descrivere solo in parte un potenziale nuovo capitolo di GTA. Da una parte tutto il substrato di cambiamenti climatici e di ambientazione fanno trasparire un progetto degno di Rockstar, dall’altra crediamo poco alla linearità di ambiente e anche al protagonista, forse fin troppo stereotipato. Bisognerà anche vedere, dopo l’esperienza Red Dead 2, cosa Rockstar si porterà dietro in termini di bagaglio produttivo. Chiaro è che viene impossibile aspettarsi un progetto a basso profilo, considerato che veramente GTA 6 potrebbe arrivare, ipotizziamo, nei primi mesi del 2021, a poche settimane dall’arrivo delle nuove console.

Capirete bene che, per quanto mi riguarda, questi leak vanno presi con le pinze, cercando di carpire le informazioni potenzialmente valide, in virtù della storia dello studio di sviluppo in questione. Data la natura next-gen del progetto, è lecito aspettarsi grandi innovazioni, o quantomeno tentativi anche rischiosi. Dopo aver letto i rumors, veniva lecito chiedersi se veramente, con questo concept, Rockstar avesse smesso d’innovare. La risposta, magari evidente per alcuni meno per altri, è no.

I motivi li trovate nelle poche righe qui sopra, che spero possano essere spunto di discussione: cosa vi aspettate da GTA 6? Rientrate fra quei giocatori che sono rimasti colpiti -in negativo- da questo leak? In questo caso, concordate con il ragionamento dell’articolo?
Utilizzate lo spazio nei commenti per condividere le vostre opinioni, e rimanete sulle nostre pagine per non perdervi neanche un notizia sul futuro della serie Rockstar.

Se non lo hai ancora giocato, puoi acquistare Red Dead Redemption 2 comodamente su Amazon