Xbox

Halo Infinite, Megablocks conferma i Brute e non solo

Halo Infinite è uno dei videogiochi più attesi dell’anno, nonché l’esclusiva Xbox One, Xbox Series X e PC più osannata dal pubblico. I motivi dietro tanta esaltazione sono dati prevalentemente dalla forza del brand, ma anche da un rilancio speranzoso dopo ben 5 anni di silenzio sui capitoli principali. Non è un mistero che 343 voglia fondere classico e nuovo in un connubio moderno, che possa piacere ai fan, ma anche ai giocatori che destinati a divenire la nuova generazione di appassionati.

Il redesign di Master Chief mostrato durante l’E3 2019 è un chiaro esempio di ciò che lo studio americano stia cercando di fare. Megablocks, la società di mattoncini che collabora insieme a 343 per produrre la serie dedicate ad Halo, è attualmente l’unica a rilasciare informazioni sul gioco, ovviamente senza volerlo. Il motivo? La pubblicazione di immagini dedicate a nemici, veicoli, e tanto altro. Nel corso degli ultimi messi fummo riusciti a identificare persino un’imbarcazione, la quale potrebbe essere un’inaspettata aggiunta all’universo videoludico della serie.

Sembra che proprio Megablocks abbia da poco svelato il redesign di alcuni storici nemici, tra cui Grunt, Elite (Sangheili) e il ritorno degli apprezzatissimi Brute. Ma non solo, è facile notare anche alcune armi, come una rivisitazione del fucile al plasma scomparso da Halo 3 ODST e il probabile nuovo Mauler. Se per quanto riguarda gli Elite e i Grunt possiamo dire che ce li aspettavamo, sui Brute possiamo invece dedurre che possano essere stati inseriti per favorire la presenza degli Esiliati, gruppo “Covenant” capitanato da Atriox e conosciuto sullo strategico Halo Wars 2.

Attualmente 343 sta lavorando in smart working per continuare a sviluppare il gioco. Microsoft ha assicurato che il titolo dovrebbe essere pronto per il day one di Xbox Series X, ma a causa del COVID-19 non lo si può certamente accertare ora come ora. Attendiamo di saperne di più durante l’evento digitale che si terrà, presumibilmente, tra maggio e giugno, in maniera tale da avere più chiaro il quadro generale e capire l’effettiva data di uscita.