PlayStation

Hands-on FIFA 18, sguardo ravvicinato al calcio di EA Sports

L'evento EA Play con tutte le novità di Electronic Arts è appena finito, ma pochi giorni fa la software house ci ha invitato a provare FIFA 18  in anteprima per dare un'occhiata ravvicinata a questo nuovo capitolo della celebre saga calcistica. Con l'edizione 2018 FIFA giunge al secondo anno di "anzianità" con il motore grafico Frostbite e gli sviluppatori spiegano che la transizione, avvenuta nel 2017, è andata a buon fine, ma non senza qualche difficoltà.

Secondo EA ora il motore grafico è in grado di offrire una migliore occlusione ambientale e un sistema d'illuminazione più realistico. Anche le bandiere e il pubblico godranno di un maggiore realismo, mentre il pubblico cambierà comportamento a seconda dell'andamento della partita, per esempio ammassandosi verso la ringhiera per esultare dopo un gol e incitare il giocatore che ha gonfiato la rete.

fifa 18 screen 2

Le animazioni dei giocatori potranno contare su una maggiore qualità grazie al nuovo Motion Technology System. Il team di EA Sports spiega che in FIFA 18 le animazioni saranno infatti calcolate per ogni singolo frame, un dettaglio dovrebbe garantire una maggiore reattività e una migliore resa visiva, con transizioni più fluide da un movimento all'altro.

Gli sviluppatori si sono concentrati inoltre sul motion capture, con l'obbiettivo di dare più personalità alle animazioni. In FIFA 17, per stessa ammissione di EA, il dribbling era scadente, mentre in FIFA 18 un giocatore come Messi, per esempio, tocca più rapidamente la palla e sposta il peso in modo differente dagli altri giocatori, senza la necessità di eseguire comandi speciali.

Per dare maggiore personalità ai giocatori (uno dei mantra della presentazione di FIFA 18), EA Sports ha scelto di creare cinque nuovi archetipi di calciatore in modo da garantire una buona varietà di movimenti sul campo e un'identità più definita ai giocatori.

A livello di tattiche e di posizionamento sul campo gli sviluppatori hanno parlato di "supporto coordinato per creare spazio e occasioni". Questo si dovrebbe tradurre, sulla carta, in un minore affollamento di giocatori in un'area ristretta e in un'intelligenza artificiale in grado di enfatizzare tanto le giocate più comuni, come le triangolazioni o i passaggi in profondità (più precisi rispetto al passato), quanto quelle più particolari, come il "tiki taka", la fitta rete di passaggi rasoterra tipica di squadre come il Barcellona.

fifa 18 screen

Un'altra novità di FIFA 18 è la possibilità di seguire i suggerimenti per le sostituzioni. Quando un giocatore è particolarmente stanco o sbaglia una chiara occasione da goal apparirà un messaggio in basso sullo schermo. Tenendo premuto il grilletto del joypad si può accettare la sostituzione suggerita, in modo da mettere in campo forze fresche.

Gli sviluppatori hanno inoltre rinnovato il sistema di cross e posto maggiore enfasi ai tiri al volo e ai cosiddetti "wonder goal", per mettere a segno reti spettacolari da guardare e riguardare nei replay.

Ovviamente non poteva mancare qualche cenno alla modalità Journey (Il Viaggio), che in FIFA 17 è stata giocata da oltre 13 milioni di giocatori. In FIFA 18 assisteremo nuovamente al ritorno di questa modalità e di Alex Hunter, ma questa volta sarà possibile personalizzare il proprio alter ego a livello estetico e ci saranno anche nuovi personaggi giocabili. La stagione sarà suddivisa in più capitoli, ci saranno più obbiettivi da completare e alcune celebrità del Pallone, come Cristiano Ronaldo, ci accompagneranno nel viaggio.

La modalità Journey di FIFA 18 supporterà il multiplayer locale e includerà più bivi e decisioni per personalizzare il percorso del proprio calciatore. Secondo EA gli appassionati dovranno considerarlo come un vero e proprio viaggio nel mondo del calcio e anche come una sorta di seconda stagione. Non ci sarà dunque un reset degli eventi.

alex hunter

Sulla carta le innovazioni di FIFA 18 sembrano allettanti, ma come si traducono una volta impugnato il joypad? Nel corso delle partite di prova la sensazione è che il gameplay non si discosti troppo da quello del predecessore. Le animazioni sono più fluide e i modelli poligonali più definiti, ma a livello pratico non sembra che le novità introdotte siano da far gridare al miracolo, anche se ovviamente è troppo presto per esprimere un giudizio definitivo.

Il suggerimento delle sostituzioni è utile per chi non ama gestire la propria squadra in modo approfondito, anche se a volte capita di assistere a suggerimenti imbarazzanti, con giocatori mediocri pronti a entrare in campo al posto di vere e proprie stelle del calcio. I passaggi filtranti, che secondo EA dovrebbero essere più precisi, sono ancora un'arma a doppio taglio ed è facile ritrovarsi esposti a un contropiede se si abusa di questa tecnica. Inoltre, nonostante le dichiarazioni degli sviluppatori, in alcuni casi è facile assistere a un folto gruppo di giocatori in un'area ristretta del campo.

Infine, abbiamo riscontrato una strana tendenza che ci ha permesso di assistere a diverse reti da fuori area molto simili fra di loro: batti e ribatti nei dintorni dell'area di rigore, pallone che schizza al limite, tiro di prima neanche troppo irresistibile e portiere particolarmente lento a reagire.

Nonostante tutto, il gioco ci è sembrato comunque divertente e i match contro l'IA e gli altri addetti ai lavori presenti all'evento sono stati infuocati ed elettrizzanti, privi di goleade e combattuti fino all'ultimo minuto. Per dare un giudizio più esaustivo sarà necessario attendere l'uscita nei negozi o ulteriori anteprime. Nel frattempo useremo i mesi a disposizione per fare un po' di ripasso con FIFA 17, in modo da cogliere anche le differenze più sottili fra le due incarnazioni calcistiche firmate EA Sports.

Vi ricordiamo che FIFA 18 sarà disponibile il 29 settembre su PC, PS4, PS3, Xbox One e Xbox 360. Chi prenoterà il gioco potrà accedere al gioco a partire dal 26 settembre, mentre gli iscritti a EA Access potranno divertirsi con il titolo calcistico di EA dal 21 settembre. La versione Switch uscirà anch'essa il 29 settembre, ma con qualche limitazione. Su tutte spicca l'assenza del motore grafico Frostbite Engine e della modalità Il Viaggio.


Tom's Consiglia

In attesa di FIFA 18, potete acquistare FIFA 17 su Amazon o presso i rivenditori specializzati.