PlayStation

Hands-on Tekken 7, prime impressioni dalla Games Week

Pagina 1: Hands-on Tekken 7, prime impressioni dalla Games Week

La settima edizione del picchiaduro più famoso di casa Namco sta per arrivare per la prima volta in questa generazione di gioco, col compito di portare una ventata di novità in un genere che ha bisogno di essere svecchiato – operazione assai complessa se notiamo i risultati discutibili ottenuti da Capcom con Street Fighter V. Intanto vediamo le nostre prime impressioni della prova di Tekken 7: Fated Retribution in occasione della Milano Games Week appena conclusa.

evidenza tekken sette

Il brand di Tekken insieme a quello di Soul Calibur, accompagna da sempre tutte le incarnazioni delle console Sony a partire dalla prima PlayStation, ma col tempo le cose sono cambiate facendo diventare il titolo Namco Bandai un multipiattaforma godibile anche dagli utenti PC e dalle altre console concorrenti.

Eppure nonostante PS4 e Xbox One siano sul mercato da tre anni, Namco non ha ancora pubblicato uno dei suoi picchiaduro più seguiti, relegando Tekken 7 al solo mercato arcade. Tuttavia, nel primo trimestre del 2017 il gioco sarà disponibile anche su PC, Xbox One e PS4.

Tekken 7: Fated Retribution è sempre un picchiaduro 3D che conserva meccaniche 2.5D, ovvero un solo piano di scontro verso il nemico, con alcuni elementi che sfruttano la profondità tridimensionale, come alcune mosse o una limitata interazione con i fondali.

maxresdefault
Akuma è la guest star di questo settimo capitolo

A proposito di Street Fighter che abbiamo citato poco sopra, una delle novità di questo settimo capitolo di Tekken riguarda proprio la presenza di Akuma, combattente ospite proveniente dalla serie di Capcom. Infatti, Akuma sarà parte integrante del gioco anche per quanto riguarda la storia principale, che da sempre è intrecciata con la famiglia Mishima.

I combattenti disponibili saranno 33, con l'introduzione di Akuma. Nel roster vedremo, fra gli altri, Kazumi ovvero la consorte di Heihachi Mishima, la settima versione di Jack-7 e infine la new entry di Claudio Serafino. Quest'ultimo combattente italiano fa parte di un'organizzazione finalizzata all'eliminazione del gene responsabile della mutazione dei Mishima.

tekken 7 roster

Nel corso della Games Week siamo riusciti a provare una versione ancora in fase di test, ma che risultava abbastanza stabile e con il roster dei personaggi al completo. Lo stand di Namco Bandai ha messo a disposizione una postazione in cui era possibile provare la sola modalità Versus.