Tom's Hardware Italia
PlayStation 4

Hideo Kojima e la fisica quantistica in Death Stranding

Il trailer di Death Stranding è criptico e non ha dato molte informazioni, ma analizzandolo a fondo si possono scoprire alcuni dettagli interessanti

Qualche giorno fa vi abbiamo parlato di Death Stranding e del tipo di gioco che Kojima sembra essere intenzionato a creare. Conoscendo lo sviluppatore non potevano mancare messaggi e indizi seminati nel trailer e nel materiale promozionale. Alcuni appassionati hanno deciso d'indagare e la conclusione è che c'è di mezzo la fisica quantista.

L'indizio più più importante in realtà non si trova nel trailer, ma bensì in un'immagine sul sito web di Kojima Productions. L'immagine in questione è un fotogramma ravvicinato del petto di Norman Reedus, che al collo indossa una serie di piastrine con la formula che potete trovare qui sotto.

raggio di schwarzschild formula

Il raggio di Schwarzschild è il raggio massimo di una sfera per il quale la velocità di fuga raggiunge il suo limite massimo. La velocità di fuga è quella velocità minima tale per cui un oggetto si può allontanare indefinitivamente da una sorgente gravitazionale senza ulteriore propulsione. 

Un interessante esempio di raggio di Schwarzschild si può trovare nei buchi neri. Il raggio di Schwarzschild ci dice sostanzialmente dove è possibile trovare l'orizzonte degli eventi, quel punto oltre al quale qualsiasi informazione è persa (forse).

death stranding e3 2016 equations

Questo ci dice qualcosa su Death Stranding? Assolutamente no, non in maniera diretta almeno. Certo è che un'equazione così particolare non può essere stata messa lì per caso.

dirac

La seconda equazione – non me ne voglia Schwarzschild – è probabilmente più famosa. Si tratta dell'equazione di Dirac, che descrive in maniera relativisticamente invariante il comportamento dei fermioni. Questa stupenda equazione riesce a mettere d'accordo meccanica quantistica e relatività ristretta, implicando però l'esistenza di una forma di materia molto particolare: l'antimateria.

L'equazione di Dirac, portando a soluzioni con energia e densità di probabilità negative, dà vita a concetti quali il mare di Dirac, un modello del vuoto costituito da un mare infinito di particelle ad energia negativa. Oltre ad essere importante in questo senso, questa equazione è famosa per il concetto di entanglement quantistico, del quale però non parleremo oggi.

kojima productions

Le informazioni nascoste da Hideo Kojima in questo trailer sono tantissime. Persino la frase "from sapiens to ludens" presente sul sito della software house potrebbe racchiudere qualche segreto, rimandando ad una serie di racconti sci-fi russi, dove i Ludens sono dei viaggiatori temporali.

Abbiamo quindi: buchi neri, antimateria, viaggi nel tempo e tanta voglia di capire che cosa stia passando per la folle mente di Kojima. Purtroppo l'attesa sembra ancora lunga, e dovremo attendere molto prima di vedere Death Stranding in azione. Non ci resta che aspettare, in attesa di cogliere nuovi indizi.