PlayStation

Hideo Kojima: Konami limitava la mia creatività

Dopo aver confermato l'approdo della sua prima produzione indipendente anche su PC oltre che su PlayStation 4, Hideo Kojima ha rilasciato una nuova intervista dove cerca di dare qualche vago indizio sulle vicende che l'hanno portato ad allontanarsi da Konami.

La diatriba tra Kojima e Konami è andata avanti per mesi, ma nessuna delle due parti ha mai chiarito la situazione. Kojima, tuttavia, ha fatto intendere di aver deciso di abbandonare dello storico publisher per via della ridotta libertà d'azione.

Kojima vs Konami

"L'unico modo per creare un videogioco di qualità è mirare al mercato globale. Ma per poterlo conquistare, il direttore del progetto deve essere in grado di capire cosa funzionerà e deve essere disposto a correre dei rischi", ha affermato Hideo Kojima, che essendo un semplice game designer, probabilmente non ha avuto voce in capitolo su molte scelte delle sue ultime produzioni.

"Se ti concentri unicamente sui profitti, il tempo ti lascerà alle sue spalle e non potrai più riottenerlo". Anche se implicitamente, Hideo Kojima ha accusato Konami di badare solo al lato economico piuttosto che alla qualità di un prodotto. Mentre i primi capitoli della serie sono sicuramente stati sviluppati per conquistare il pubblico, gli ultimi potrebbero essere stati voluti unicamente da Konami. Effettivamente, Hideo Kojima, dichiarò che Metal Gear Solid 4: Guns of The Patriots sarebbe stato il suo ultimo capitolo della saga prima di annunciare Peace Walker, Ground Zeroes e The Phantom Pain.

Kojima vs Konami

Il noto game designer si è lamentato anche del sistema usato dalle aziende giapponesi che secondo il suo parere richiedono troppa burocrazia che "uccide la creatività". Kojima ha detto che si spreca fin troppo tempo a compilare scartoffie piuttosto che a creare qualcosa.

Grazie alla nuova Kojima Productions totalmente indipendente, Kojima si sente libero di esprimere tutta la sua creatività e il suo potenziale: "Ora che sono indipendente posso fare quello che voglio molto più velocemente. Inoltre, non devo spendere tempo per delle presentazioni inutili".

Kojima ha concluso l'intervista facendo intendere che la sua creatività è stata limitata da Konami in numerose situazioni: "Quando ero in Konami, le mie affermazioni personali potevano essere percepite come il pensiero dell'azienda stessa. In pratica, non potevo dire (o esprimere) nulla".

The Witcher III: The Wild Hunt The Witcher III: The Wild Hunt
  
Fallout 4 Fallout 4
  
Dragon Age: Inquisition - Game Of The Year Dragon Age: Inquisition – Game Of The Year