PlayStation

Hideo Kojima vorrebbe sviluppare qualcosa che ruoti attorno allo streaming e alle IA

Dopo che Hideo Kojima ha lasciato Konami nell’arco di soli 3 anni è riuscito a ricreare Kojima Production, a sviluppare e infine rilasciare Death Stranding, tutto in un lasso di tempo molto breve. Da come si può intravedere sui social di Kojima, il game designer giapponese non si è rilassato sugli allori e sta già pensando a cosa fare in futuro.

In una serie di post su Twitter, prima ha tenuto ad augurare a tutti i fan un felice anno nuovo e poi ha dichiarato di aver iniziato a riflettere su ciò su cui lavorerà nel 2020. A detta di Kojima, con delle novità come lo streaming e l’intelligenza artificiale, vede l’industria dell’intrattenimento come un posto radicalmente diverso tra 10 anni e spera di utilizzare il 2020 come un punto di partenza per creare qualcosa che ruoti attorno a questi nuovi mezzi.

Nello specifico il post di Kojima recita: “Nel 2020 avremo le olimpiadi di Tokyo, e nel corso dei prossimi 10 anni assisteremo a un estremo cambiamento nel settore dell’intrattenimento con l’arrivo dello streaming e delle IA. Mi piacerebbe creare qualcosa di relazionato a tali nuovi media per un intrattenimento completamente nuovo per il domani.”

Nonostante ci siano molti rumor riguardanti a un possibile sequel o DLC di Death Stranding, al momento non sembra essere in cima alla lista dei pensieri di Hideo Kojima. Cosa vi aspettate dai futuri progetti di uno dei game designer più amati in tutto il mondo?

Death Stranding è già uno dei videogiochi più chiacchierati dell’ottava generazione videoludica. Acquistalo ora su Amazon a questo indirizzo.