Xbox

I migliori impianti audio da gaming console | Novembre 2020

Quali sono i migliori impianti audio per giocare? Domanda piuttosto complicata la quale necessita sicuramente di alcune ricerche ben approfondite prima di giungere ad una conclusione. Noi, abbiamo pensato di farlo al posto vostro, consigliandovi delle soluzioni di fascia bassa, media e alta, tenendo come sempre a mente il prezzo e soprattutto la qualità. Ma prima di lasciarvi alle nostre selezioni è giusto che conosciate il target di riferimento e capiate perché, a volte, acquistare semplicemente delle cuffie da gaming non è la mossa migliore, sebbene ben si sposi con le necessità di moltissimi utenti, come dimostra l’enorme diffusione sul mercato.

Perché acquistare un impianto audio?

Lo sappiamo benissimo: oggigiorno la soluzione più diffusa è acquistare delle cuffie – magari anche un modello 7.1 – e lasciarsi avvolgere e soddisfare dai suoni. Per molti, questo è il modo più efficace per godersi un film, un videogioco o la sua canzone preferita, perché isolandosi dai rumori esterni si riesce ad avere un’immersione decisamente maggiore, e non dimentichiamoci il pregio di poter aumentare il volume senza disturbare tutto il vicinato. Insomma, è innegabile: le cuffie sono una soluzione veramente perfetta, non a caso abbiamo dedicato delle guide che vi consigliamo di leggere, sia per PlayStation che per Xbox. Tuttavia, soprattutto quando si gioca in salotto e lo si fa in compagnia, condividere l’audio con i vostri amici è molto importante, e dotare di cuffie ognuno di loro non è la via più comoda. Altra tipologia di utente che ben abbraccia la necessità di acquistare un bel impianto audio è quella con problemi alle orecchie dovuti sia ai suoni che ai materiali costruttivi delle cuffie.

Ciò detto, avrete sicuramente compreso che acquistare un subwoofer, delle casse o una soundbar non è la prima scelta per tutti, chiaro, ma una soluzione perfetta per tanti altri utenti, i quali preferiscono abbandonarsi comodamente sul proprio divano senza dotarsi di cuffiette o cuffie da gaming 

Andiamo a vedere insieme quali sono le migliori soluzioni che il mercato ha da offrire.

I migliori impianti audio da gaming (fascia bassa)

Logitech Z333 2.1

Foto generiche

Cominciamo dal gradino più basso del podio con queste casse Logitech dotate anche di un piccolo Subwoofer che, nonostante il prezzo ed il posto che gli abbiamo riservato in questa guida, è in realtà un prodotto validissimo.

L’intero impianto Logitech Z333 riproduce suoni 2.1, questo significa che non avrete una completa direzione del suono, il cosiddetto sorround, bensì solamente destra e sinistra. Riesce però lievemente a colmare questa lacuna grazie all’ottima pulizia e nitidezza dei suoni; stesso dicasi per la discreta potenza dei bassi riprodotti dal Subwoofer, caratterizzato da un design a forma di cono lungo circa 13 cm. L’intensità di questi suoni, pur non raggiugendo picchi di qualità assoluta, potrà essere regolata da una manopola, in modo tale da avvicinarsi all’effetto desiderato, tenendo sempre a mente che si ha a che fare con un prodotto di fascia bassa. 

Logitech Z333 è una soluzione interessante anche lato connettività, poiché permette di collegare fino a due dispositivi contemporaneamente, con la completa libertà di cambiare sorgente da un momento all’altro. Avrete quindi modo di connettere entrambe le vostre console, ad esempio, evitando così di dover più volte scollegare i cavi per attaccarli su un’altra console. Piena compatibilità anche con dispositivi quali smartphone, tablet e persino il vostro TV. Insomma, un prodotto decisamente completo.

» Clicca qui per acquistare Logitech Z333 2.1
» Clicca qui per acquistare Logitech Z333 2.1 (modello Bluetooth)
» Clicca qui per acquistare Logitech Z333 2.1 (modello con ricevitore audio)


I migliori impianti audio da gaming (fascia media) 

Sony HT-RT3

Foto generiche

Arriviamo ad un prodotto decisamente più costoso e dedicato ai giocatori più esigenti (in realtà anche agli appassionati di cinema o musica). In questo caso abbiamo a che fare con un impianto audio capace di riprodurre una buona spazialità dei suoni grazie ai molteplici canali presenti – 5.1 – e ai due speaker, subwoofersoundbar da disporre per la stanza in modo corretto, così da lasciarsi avvolgere. Non sottovalutate questo passaggio: se il vostro obiettivo è quello di ottenere un audio travolgente e ben direzionato, fate attenzione alla disposizione di speaker, subwoofersoundbar, ma soprattutto accertatevi di avere spazio a sufficienza.

La potenza complessiva raggiunge i 600W e, complici anche alcune tecnologie quali Clearaudio+, il suono che si riesce ad ottenere è decisamente buono. Assolutamente efficiente anche la connettività, che non si lascia sfuggire nulla: 1 uscita HDMI ARC, ingresso ottico digitale (cavo incluso), ingresso audio analogico (mini jack) e 1 USB. E non manca neanche la possibilità di collegare il tutto tramite Bluetooth, in modo tale da riprodurre facilmente in streaming l’audio da altri dispositivi.

Sicuramente non è la soluzione migliore sulla piazza, ma soddisfa ed è dotata di tutto il necessario per godersi al meglio i propri film, giochi e musica.

» Clicca qui per acquistare Sony HT-RT3


I migliori impianti audio da gaming (fascia alta)

Bose Soundbar 500

Foto generiche

Ed eccoci giunti sul podio, scelta forse scontata, ma non troppo. Quando si discute di impianti audio ed in generale di dispositivi capaci di riprodurre in maniera fedele i suoni, il pensiero ricade sempre su Bose, azienda leader assoluta.

Cominciamo dal design che, leggero e sottile, ben si sposa con un tradizionale salotto, senza risultare ingombrante. Questa soundbar è infatti progettata per occupare pochissimo spazio, ma non per questo rinuncia ad una qualità del suono eccezionale, in grado di riprodurre soprattutto ottimi bassi. 

Interessante l’integrazione di servizi quali Spotify e Amazon Music, richiamabili anche attraverso Alexa, assistente vocale aggiunto dalla compagnia tramite aggiornamento, adesso utilissimo per gestire facilmente tutte le funzionalità di Bose Soundbar 500. Non manca, chiaramente, anche la possibilità di connettere la propria libreria musicale tramite Bluetooth o Wi-Fi. 

Altro elemento a favore di questo prodotto è la sua accessibilità: si scarica l’app Bose Music, si collega la soundbar e si seguono le istruzioni. In alternativa potreste comprare il telecomando Bose Soundbar Universal Remote, ma sarebbe una spesa extra e piuttosto superflua, considerato anche il costo di questo prodotto, che ricordiamo aggirarsi intorno ai 550 euro, anche se spesso e volentieri lo troverete in sconto (controllate i link di riferimento).

» Clicca qui per acquistare Bose Soundbar 500