Giochi PC

Il DRM Denuvo è ancora impenetrabile ma facile da bypassare

Il DRM Denuvo è ormai utilizzato da moltissimi videogiochi e l'ultima versione risulta ancora impenetrabile, almeno fino a oggi. A causa di una vulnerabilità di Steam è infatti possibile giocare a DOOM, e non solo, semplicemente avviando la demo.

Denuvo rimane perfettamente funzionante ed è ancora la massima protezione attualmente disponibile contro ogni distribuzione illegale del prodotto, tuttavia è la piattaforma di Valve ad avere qualche problema e basta poco per ingannarla. Infatti, è possibile sfruttare l'appID della demo di DOOM, che è convalidata senza problemi da Denuvo, per bypassare la protezione del DRM in questione.

Denuvo

L'autore di questa semplice, ma ingegnosa soluzione – che, ricordiamo, non è una vera crack – si chiama Voksi e il suo lavoro consente di giocare illegalmente non solo DOOM, ma anche Just Cause 3 e Rise of the Tomb Raider, usando sempre lo stesso metodo.

Denuvo però continua a essere la migliore soluzione in fatto di DRM e l'ultima versione non è ancora stata direttamente violata. Perfino il gruppo di hacker cinesi 3DM ha quasi abbandonato lo sviluppo di un crack funzionante per Just Cause 3, nonostante siano noti proprio per aver violato la protezione di Denuvo per Dragon Age: Inquisition, ma solo dopo un mese dalla pubblicazione.

Just Cause 3
Rico Rodriguez combatte i dittatori, ma contro i pirati non può nulla nemmeno lui.

Tuttavia, se al pirata digitale quello che interessa è giocare senza spendere un soldo, allora sì, Denuvo è stato sconfitto. Ma siamo sicuri che Valve correrà presto ai ripari o, molto più semplicemente, id Software rimuoverà la demo di DOOM.