Giochi PC

#IoRestoACasa – Andrea Riviera

Come sapete noi di Tom’s stiamo lavorando in smart working per continuare a proporvi contenuti che possano anche essere un modo per raccontarvi come si lavora a casa. Oltre a questo, a seguito di questa emergenza siamo anche noi in quarantena nella nostra abitazione, non potendo giustamente uscire nemmeno per una passeggiata, di conseguenza è necessario trovare altri modi per svagarsi, magari recuperando qualcosina.

In questo articolo vi racconto che cosa sto personalmente recuperando – film, videogiochi, serie tv, libri – e cosa sto attualmente usando per lavorare in completa tranquillità in camera mia. Una serie di questi prodotti potrebbero anche essere di vostro interesse e spaziano da periferiche, accessori a oggetti di uso quotidiano.

La mia postazione di lavoro

Lavorare da casa per noi non è come un “normale” lavoro da ufficio. Certo, basta un PC per scrivere, ma nel nostro caso dobbiamo anche fare video, montare, recensire e nel mio specifico fare da host a diverse live su Twitch. Per questo motivo la mia postazione si è trasformata, durante questo periodo di auto isolamento, in una disordinata ma fondamentale scrivania accessoriata.

Partiamo dalle basi. Per scrivere, lavorare sul sito e sul montaggio delle videorecensioni utilizzo un PC desktop assemblato, tra l’altro se ben vi ricordate lo avevamo composto insieme durante una delle prime live su Twitch – con le seguenti caratteristiche hardware principali:

  • GTX MSI 1660
  • AMD Ryzen 2600
  • RAM Crucial Ballistix 16 GB DDR4-3200
  • Motherbord B450 Aorus

Sullo stesso utilizzo una tastiera Razer Blackwidow Elite e un mouse Razer Basilisk, come cuffie le Astro A40, mentre il monitor è un vecchio LG TV Full HD IPS.  Non è un PC per gaming di fascia alta, ma mi permette di giocare giochi in Full HD a buone prestazioni e montare video senza molti problemi. A disposizione ho anche un secondo PC. Quest’ultimo proviene direttamente dall’ufficio ed è il nostro desktop per le live su Twitch, monta infatti una scheda d’acquisizione 4K 60 FPS di Elgato, utile per fare streaming su console e PC. Sempre di seguito vi elenchiamo i pezzi interni:

  • Processore: AMD Ryzen 5 1400
  • Scheda madre: Gigabyte Aorus X370 Gaming 5
  • RAM: Crucial Ballistix 16 GB DDR4-3200
  • Alimentatore: Cooler Master Masterwatt 500 W
  • SSD: Crucial MX300 500GB
  • Dissipatore: Cooler Master Hyper 212
  • Scheda video: MSI GTX 1070
  • Scheda di acquisizione: Elgato 4K60

Le console, ovviamente, non possono mancare. PlayStation 4 standard, Nintendo Switch e Xbox One X sono essenziali per recensire qualsiasi tipo di titolo, dalle esclusive ai giochi multipiattaforma. Sulle stesse utilizzo il Dualshock 4 per la piattaforma Sony, un pad personalizzato Design Lab, un Elite Series 2 e un Phantom White su Xbox/PC. Su Switch sfrutto, invece, il Pad Pro. Per le piattaforme da gioco sfrutto un TV 40′ Samsun KU6400, piuttosto entry level, ma ottimo per sfruttare Xbox One X.

La Nintendo Switch mi sta regalando tante soddisfazioni.

Non mancano prodotti particolari o aggiuntivi come una profumata candela Yankee Candle – può essere utile per rilassarsi durante una lettura – e un dispositivo Echo Alexa per riprodurre musica classica o altro durante le varie fasi della giornata.

Cosa sto recuperando

Ovviamente non c’è solo il lavoro, ma anche i momenti serali o quelli legati al weekend, situazione ideale per riposarsi, rilassarsi e recuperare qualcosa che avevamo lasciato indietro come film, serie tv, videogiochi o libri. Nel mio caso ho davvero un backlog enorme, ma ho preferito dare la priorità a determinate cose per non perdermi in una papabile confusione e finire, alla fine, per non recuperare nulla.

Per quanto riguarda i videogiochi sono ben quattro i titoli a cui ho voluto dare priorità, nel dettaglio Battletech e Divinity 2 Original Sin per quanto riguarda il PC e Days Gone e Shenmue 3 su PlayStation 4. L’ironia della sorte mi ha portato a voler finire dei titoli abbastanza longevi, soprattutto considerando il gioco di Larian Studios. La cosa migliore da fare in questi casi è cercare di concentrarsi su un titolo alla volta.

Sulle serie tv mi sto finalmente dedicando a Dark su Netflix – che ho sempre voluto vedere ma per mancanza del tempo non ci sono mai riuscito-  e Hunters di Amazon Prime Video. Entrambe mi stanno decisamente piacendo e stanno superando le aspettative iniziali, se riesco a finirle in tempo vorrei dedicarmi anche alla seconda e terza stagione di Sabrina, lasciata temporaneamente in pausa qualche settimana fa e la nuova season di Altered Carbon. Anche sui film ho molto da vedere e rivedere. Dalla versione di Alien del quarantesimo anniversario in 4K a Tre manifesti a Ebbing, ho davvero l’imbarazzo della scelta.

Due libri che difficilmente sarei riuscito a recuperare.

Sono anche un lettore medio, mi piace leggere anche se anche sotto questo punto di vista il tempo per farlo è solitamente davvero poco. Consigliato da un collega sto leggendo “Il vangelo secondo Gesù Cristo di Saramago che dopo aver letto Cecità è divenuto uno dei miei autori preferiti. Finalmente ho l’opportunità anche di finire la saga di Takeshi Kovacs – Altered Carbon – con il Ritorno delle Furie e iniziare il Ciclo delle Fondazioni di Asimov.

Qualora foste interessati a qualcosa che uso o sto recuperando, qua potete trovare qualche link