GOOGLE STADIA

Jade Raymond a capo dello studio di sviluppo di Stadia

Ieri sera abbiamo potuto scoprire tutti i dettagli sul nuovo progetto videoludico di Google: Google Stadia. Si tratta di un nuovo servizio streaming che ci permetterà di giocare dove vogliamo, sul device che preferiamo (smartphone, tablet, computer, o TV tramite Chromecast Ultra). Abbiamo scoperto anche i dettagli sulle specifiche tecniche e quelli relativi al controller dedicato, non obbligatorio ma dotato di funzioni uniche e molto interessanti. Siamo anche venuti a conoscenza del fatto che è nato “Stadia Games and Entertainment”, un team diretto da Jade Raymond.

Già sapevamo che Raymond si era unita a Google, ma non sapevamo con precisione quale fosse il suo compito. Raymond è una veterana dell’industria videoludica e, nell’ultimo decennio, ha lavorato presso Ubisoft (su saghe come Assassin’s Creed e Watch Dogs) e poi negli uffici di Electronic Arts (Star Wars), creando anche un proprio studio interno, EA Motive.

Ora Jade Raymond è a capo del primo team di sviluppo 1st party di Google e di Stadia. Il compito principale, come vi avevamo detto, sarà quello di sviluppare esperienze videoludiche uniche e dedicate, ma al tempo stesso sarà di supporto ai team di terza parti, piccoli o grandi che siano, per aiutarli a trasformare i loro progetti in realtà su Stadia.

Per ora non sappiamo a cosa stiano lavorando, ma sicuramente sarà un progetto pensato per sfruttare al massimo le funzioni uniche di Stadia, come la possibilità di applicare uno stile grafico diverso con la semplice pressione di un tasto (Style Transfer), oppure la possibilità di condividere la propria partita tramite State Share, e permettere a chiunque di iniziare a giocare in una condizione identica alla nostra.

Stadia sarà disponibile nel 2019 negli Stati Uniti, in Canada, nel Regno Unito e in parte dell’Europa. Speriamo che Stadia Games and Entertainment di Jade Raymond non ci faccia aspettare troppo per mettere le mani su un gioco esclusivo. Diteci, cosa ne pensate?