Giochi PC

Kingdom Under Fire 2 | Intervista a Gameforge, il publisher del titolo

Dopo una lunga, lunghissima attesa durata oltre un decennio Kingdom Under Fire 2, interessantissima commistione tra un MMORPG e un RTS, è finalmente pronto a sbarcare sul mercato il prossimo 14 novembre, per ora esclusivamente su PC. Proprio per toccare con mano questo intrigante progetto siamo quindi pochi giorni fa volati fino ad un castello alle porte di Francoforte dove, oltre a provare il titolo di cui potete trovare qua la nostra anteprima, abbiamo avuto anche l’occasione di intervistare Gameforge, il publisher occidentale del titolo di Blueside. Un’opportunità che ci ha permesso di esplorare più a fondo le caratteristiche dell’opera e di fare luce su alcuni dubbi che ci portavamo dietro da tempo.

Kingdom under Fire 2 è un gioco veramente interessante. Come vi è venuto in mente di creare una combinazione così particolare di generi diversi? Come siete riusciti ad amalgamarli insieme nel modo più fluido possibile?

Gameforge: Combinare tra di loro MMO e RTS in un modo tale che sia possibile giocare a qualsiasi missione in entrambi i modi è stato molto difficile; è stato necessario lavorare a due sistemi completamente diversi e fare in modo che interagiscano tra di loro nel modo più fluido possibile. Blueside per raggiungere tale obiettivo ha dovuto lavorare ad un engine proprietario e ciò si è rivelato una vera sfida, ma alla fine ce l’abbiamo fatta e siamo finalmente pronti a lanciare ufficialmente Kingdom Under Fire 2.

Kingdom Under Fire 2

Cosa vi ha colpito particolarmente di Kingdom under Fire 2, cosa vi ha spinto a prendere la decisione di portarlo anche in occidente?

Gameforge: Stavamo tenendo d’occhio Kingdom Under Fire 2 da diverso tempo, da quando è stato annunciato con dei bellissimi trailer. Il nostro interesse viene quindi da lontano e quando abbiamo avuto l’opportunità di parlare con Blueside e abbiamo visto che il titolo era oramai pronto  per il lancio, con delle beta rilasciate in diversi territori, abbiamo preso al volo l’occasione. La nostra parte preferita del gioco, nonché anche quella che ci ha impressionato maggiormente, è quando, dopo aver combattuto per un po’ di tempo nella modalità MMORPG con la semplice pressione di un tasto si riesce a passare alla visuale strategica e viceversa. Credo che Kingdom Under Fire 2 sia un titolo veramente unico nelle sue meccaniche ed è proprio questo che ci ha convinto particolarmente.

Kingdom under Fire 2, a differenza dei vostri titoli precedenti, arriverà in occidente con un modello buy-to-play. Come mai questa volta avete preso una decisione differente rispetto al passato? Le micro-transazioni avranno un ruolo preponderante o sarà possibile trionfare senza problemi sul campo di battaglia anche semplicemente comprando il titolo? Ci saranno delle time compression diseconomies?

Gameforge: Dalla nostra esperienza abbiamo potuto osservare il feedback dei diversi territori alle varie formule di rilascio di un titolo e, guardando a questo, abbiamo deciso di proporre la miglior esperienza possibile per il gioco e rendere Kingdom Under Fire 2 il più accessibile possibile. Abbiamo quindi deciso di rendere ogni feature disponibile con il semplice acquisto del titolo. Le micro-transazioni saranno quindi presenti, ma non ricopriranno assolutamente un ruolo predominante all’interno del gioco. In Kingdom Under Fire 2 ci sarà comunque una valuta premium, ma servirà solamente per acquistare cavalcature o vestiti vari; per godersi a pieno il titolo non sarà quindi assolutamente necessario imbarcarsi in tale spese. Una cavalcatura, ad esempio, verrà consegnata gratuitamente al giocatore una volta che avrà raggiunto il livello 4 e le micro-transazioni saranno quindi puramente estetiche. A meno che non vogliate per forza girare con un unicorno o un dinosauro, quindi, non sarà assolutamente necessario spendere ulteriori soldi sul titolo una volta comprato. Le micro-transazioni, lo ripetiamo un’ultima volta, non influenzeranno nessun altro aspetto del titolo. Niente boost all’esperienza né altro.

Sempre riguardo questo argomento abbiamo notato durante la nostra prova che è possibile ricevere due unità dello stesso tipo. Come funziona il tutto, ci saranno della sorta di loot box in cui estrarremo le nostre truppe?

Gameforge: Ci sono diversi e molteplici modi di ottenere truppe in Kingdom Under Fire 2, uno di essi è giocare semplicemente il titolo e ottenere una serie di unità. In certe missioni, inoltre, si ottiene alla fine di esse una chance di ottenere qualche truppa. Rigiocando diverse volte la stessa quest è però possibile ottenere più volte la stessa unità e, in questo caso, il gioco darà al giocatore la possibilità di sacrificare il duplicato per ottenerne un’altra casuale. In definitiva alcune truppe saranno ottenibili per forza con il proseguire della storia mentre altre saranno casuali ma, in ogni caso, in nessun modo esse saranno legate a micro-transazioni od acquisti in-game.

Sappiamo che Kingdom Under Fire 2 avrà un focus particolare anche sul PvP. Sarà una modalità fine a sé stessa o avete già in programma qualcosa di particolare a riguardo come, ad esempio, tornei, classifiche o ricompense varie?

Gameforge: Attualmente abbiamo intenzione di proporre due differenti modalità per il PvP, una classificata e una non competitiva per permettere ai giocatori di divertirsi e provare differenti tattiche. Una volta raggiunto il livello più alto sarà poi disponibile il PvP competitivo. Oltre a tutto ciò abbiamo inoltre intenzione di introdurre delle stagioni per il PvP, con tutta una serie di ricompense per i migliori giocatori. Ci sarà inoltre la possibilità di ottenere in questa modalità una valuta particolare che potremo spendere da un particolare NPC.

Kingdom Under Fire 2

Per quanto tempo avete intenzione di supportare Kingdom under Fire 2 con nuovi eroi, truppe e aggiornamenti? Pensate di introdurre aggiunte solo su tale aspetto o avete in programma anche di inserire nuove zone, missioni e modalità?

Gameforge: Abbiamo già una serie di contenuti in lavorazione, come ad esempio i raid a 16 giocatori o la Dark Sorceress, e stiamo attualmente lavorando anche a nuove truppe e tre differenti classi, tra cui appunto la Dark Sorceress. Abbiamo quindi decisamente molti piani per il futuro di Kingdom Under Fire 2. Non abbiamo però in mente un lasso di tempo preciso per cui supporteremo il titolo, ma crediamo molto in questo progetto e abbiamo assolutamente intenzione di supportarlo il più a lungo possibile.

Un’ultima domanda: la descrizione del titolo riporta una localizzazione in inglese, francese e tedesco. Kingdom under Fire 2 riceverà prima o poi un adattamento italiano o ora come ora non c’è nulla in programma a riguardo?

Gameforge: In Gameforge siamo assolutamente aperti sotto questo aspetto; abbiamo deciso di lanciare il titolo inizialmente solo in queste tre lingue ma non escludiamo in futuro di aggiungerne altre. Il tutto dipenderà dalla community e dalla sua crescita: se avremo un grande interesse e riscontro da parte della community italiana saremo decisamente contenti di accontentarla e lavorare ad una localizzazione anche in italiano.

Un’intervista, quella a Gameforge, che ringraziamo sentitamente per la grande disponibilità, che ci ha chiarito decisamente le idee e che acceso ulteriormente il nostro già grande interesse per il titolo. Kingdom Under Fire 2, nonostante l’interminabile attesa, sembra essere più in forma che mai e, soprattutto, sembra essere completamente esente da tutte quelle meccaniche pay-to-win che tanto piagano esperienze analoghe. Non vediamo quindi l’ora di poter mettere le mani su una versione completa dell’opera per poter analizzare a fondo tutte le caratteristiche di un prodotto che si prospetta a dir poco immenso.

All’uscita del titolo di Blueside e Gameforge manca veramente poco. Prenotatelo fin da ora in una delle tre versioni disponibili comodamente a questo indirizzo.