Giochi PC

La lama

Pagina 4: La lama

Una lama nella schiena

Senza lama celata che Assassin's Creed sarebbe? Che sia per le vie di Damasco, di Venezia o di Londra, il nostro Assassino è sempre pronto a sgusciare dall'oscurità dietro a qualche Templare, colpendolo alle spalle con la sua Lama Celata e mandandolo immediatamente al creatore. Ma una pugnalata alle spalle può effettivamente uccidere con questa rapidità?

Un affondo con una lama dalla schiena può virtualmente raggiungere molti punti vitali: una ferita agli organi interni può essere sicuramente letale, ma è molto improbabile che lo sia immediatamente. Perfino un polmone perforato non ucciderà istantaneamente il bersaglio ne gli impedirà di urlare (pur togliendogli un po' di fiato e molta fatica).

Assassin's Creed Rogue
Ovviamente un attacco alle spalle può anche colpire la spina dorsale, condannando il soggetto a danni permanenti, ma anche in questo caso l'attacco difficilmente ucciderà il bersaglio sul colpo e potrebbe anche ferirlo solo lievemente, essendo la spina relativamente robusta. Ma allora come può un Assassino mettere fuori uso rapidamente i suoi nemici in maniera silenziosa? In molto capitoli della saga il nostro eroe, ancora privo di lama celata, può soffocare da dietro i propri avversari a mani nude, rendendoli incoscienti in pochi secondi.

Questa tecnica esiste nella realtà e permette  di far perdere conoscenza a una persona in un tempo che varia da persona a persona, in genere tra i 5 e i 30 secondi.

Esistono versioni differenti di questa presa che ostruiscono le vie aeree, di fatto soffocando il malcapitato, o le arterie, fermando l'afflusso di sangue al cervello: in questo caso, per tempi di strangolamento sufficientemente brevi, l'effetto può essere non letale.

Si tratta comunque di tempi lunghi per un attacco e le persone, se stordite, riacquisiscono conoscenza rapidamente. Quali alternative ha dunque il nostro eroe?

Una bella botta

Assassin's Creed IV Black Flag

A quanto pare chi ha studiato seriamente le tecniche di combattimento disarmato per mettere a tappeto l'avversario insegna che alcuni tipi di impatto sono molti efficaci per far perdere conoscenza all'avversario. Le zone che, come già detto, fanno perdere afflusso di sangue e ossigeno al cervello possono essere colpite con forza per ottenere un effetto simile in maniera istantanea: inoltre una botta molto forte alla testa può far perdere conoscenza anche per lungo tempo.

Questo accade perché il nostro cervello, contenuto nella scatola cranica, non è perfettamente rigido e fissato ma, grazie anche alla sua consistenza, è in grado di subire movimenti: si tratta in realtà di una cosa positiva per la sua salvaguardia. Tuttavia se il cervello subisce un'accelerazione sufficientemente elevata, essa può provocare danni al che possono essere molto gravi, perfino letali, oppure solo temporanei ma sufficienti per far si che il cervello attivi una modalità di "standby" e faccia svenire la persona per poter ripristinare con calma la sua condizione iniziale.

Assassin's Creed Origins
Questo tipo di svenimento avviene se si prendono botte sufficientemente forti alla testa e può accadere in alcuni sport come la boxe, con il famoso gancio alla mandibola. In particolare c'è una zona abbastanza suscettibile e relativamente scoperta del cervello, chiamata cervelletto, che si trova nel retro della testa, subito sopra la colonna dorsale: si tratta di una zona ideale da colpire per ottenere questo effetto se si riesce a sorprendere un nemico alle spalle.

Un colpo al cervelletto può essere letale o lasciare l'avversario stordito per molto tempo, dunque non si tratta di un colpo "sicuro" per chi lo subisce, ma è indubbiamente uno dei metodi più rapidi e immediati. Dunque la soluzione migliore per un Assassino è prendere esempio da Garrett, il maestro ladro della serie di Thief, e portarsi sempre dietro un bel manganello da dare in testa al povero malcapitato.


Tom's Consiglia

Se volete sperimentare un po' di "tattiche" da assassino, vi consigliamo il recentissimo Assassin's Creed: Odyssey.