Voce alle aziende

League of Angels 3: tutto quello che devi sapere su questo MMORPG gratis

League of Angels 3

League of Angels 3 è il più recente capitolo dell’apprezzata saga di browser MMORPG di Esprit Games. Si tratta di un’evoluzione diretta dei precedenti giochi che punta a ottimizzare quanto di buono già fatto in passato. Vediamo quindi di scoprire tutti i dettagli sul gioco, partendo da uno dei dettagli più interessanti: il sistema di classi. League of Angels 3 non è strutturato come un classico MMORPG in quanto permette di cambiare la propria classe a seconda della situazione all’interno della quale ci si trova. Si inizia il gioco con una spada, nei panni quindi di un Guerriero. Poi, si affrontano delle missioni che mettono a disposizione un arco con frecce, permettendoci quindi di essere un Arciere. Infine, si diventa un Mago, quando si riceve una staffa che può essere usata per fare danni ai nemici oltre che per curare gli alleati. Per ogni classe è possibile scegliere tra un personaggio maschile e uno femminile.

League of Angels 3

Il sistema di combattimento di League of Angels 3 è praticamente identico alle precedenti versioni, ma ora è presente una telecamera dinamica e personaggi in tre dimensioni. La differenza più importante, però, è che non combatterai in modo automatico. Il sistema è infatti “semi-automatico”, ovvero dovrai creare la tua squadra e utilizzare le abilità che hai aggiunto al menù attivo prima dell’inizio del combattimento. In altre parole, sarai in grado di influenzare il risultato usando le tue abilità e premendo i tasti abbastanza rapidamente. La potenza di combattimento, però, è ancora importante.

A differenza di molti giochi browser, in League of Angels 3 non puoi attivare sempre un combattimento automatico e far proseguire il gioco da solo: non sarà possibile giocare per giorni senza stare davanti alla tastiera. Sarà infatti necessario interagire costantemente con gli NPC e le loro missioni, oltre a prendere una serie di decisioni che faranno avanzare la trama e faranno salire di livello i personaggi per le battaglie classificate. Questo sarà particolarmente vero ai livelli più alti (oltre il 100), quando sarà impossibile sconfiggere boss o giocatori umani con grande esperienza senza prima ragionare sul da farsi.

Il successo dipenderà dalla corretta scelta dell’obiettivo, dalla distribuzione di potenziamenti tra gli alleati e dall’attivazione della giusta abilità d’attacco per i nemici. Solo usando le giuste tattiche potrai vincere contro nemici molto più potenti di te. Tutte le feature di gioco saranno disponibili dopo aver raggiunto il livello 85 e aver completato la missione di conquista di un castello. Puoi raggiungere tale livello in una giornata o poco più di level up, senza troppa fatica. Ci vorranno però mesi per arrivare al 200.

League of Angels 3, come il nome fa già intuire, si basa su delle “league“, ovvero squadre di combattenti composte da personaggi che provengono da diverse fazioni: l’unica distinzione nel mondo di gioco è tra gli angeli e i demoni. Questa scelta deriva dal fatto che nel corso del gioco si otterrà un party molto grande composto da diverse classi. In poche parole, sarà necessario trovare il giusto bilanciamento tra guerrieri, arcieri e maghi. Come in ogni MMORPG fantasy, gli eroi sono divisi tra tank, damage dealer e healer. Dovrai organizzare i tuoi soldati sul campo di battaglia a seconda del loro ruolo. Non si tratta però del dettaglio più importante per raggiungere la vittoria. Dovrai infatti far salire di livello ogni membro della squadra e potenziarlo con gli oggetti. Se tutti i dettagli di due squadre sono uguali, la vittoria andrà a chi ha un livello di combattimento più alto.

PvP e PvE: le due facce di League of Angels 3

League of Angels 3, in termini di gameplay, si basa principalmente sulla risoluzione di missioni. Si tratta della parte preferita dai giocatori PvE, che esploreranno i dungeon di trama combattendo contro i boss. Più potenti saranno questi ultimi, migliore sarà il bottino: i più forti daranno accesso a parti della armi leggendarie che, secondo la trama, sono necessarie per distruggere il Signore dei Draghi Neri. In totale ci saranno 12 artefatti da ottenere dai boss. Molti di questi non saranno ottenibili al primo tentativo. Per quanto riguarda gli assalti interni ai server, questi sono molto più interessanti rispetto alla media dei browser game. Quando dozzine di guerrieri combattono contro il boss finale di un dungeon, sembra di essere nell’hub comune. In tal caso, il giocatore con il miglior punteggio ottiene le ricompense migliori.

Il PvP si sbloccherà al livello 52, che è possibile raggiungere in un paio di ore. Non è possibile combattere nell’open word, quindi se vuoi scontrarti con altri giocatori devi unirti all’Arena e attendere uno sfidante. A livello di sistema di combattimento, è praticamente lo stesso del PvE. L’unica differenza è che puoi incontrare avversari nettamente più forti o più deboli di te!

Come in passato, in League of Angels 3 ci sono le gilde, ovvero un equivalente ai clan. Le possibilità delle gilde includono scontri tra gilde e l’invasione di altre gilde. Quando raggiungi il livello 31, avrai accesso a tutte le opzioni. Inizialmente si viene automaticamente inseriti nella “Accademia Angelica”. Si tratta di una gilda di base con poche opzioni. Non ci sono donazioni, bonus, stipendi o altre ricompense. Anche la tesoreria della gilda non è disponibile. Più avanti nel gioco, è possibile creare la propria gilda per 200 cristalli o unirsi a una già esistente: a quel punto è possibile sfruttare veramente tutti i benefici di una gilda vera. Si potrà cambiare lo stendardo, il nome, le regole e via dicendo, come in ogni MMORPG. Ci saranno inoltre edifici dedicati nei quali potrai ottenere ricompense molto utili.

Ogni gilda di League of Angels 3 ha il proprio boss: apparirà ogni giorno in una speciale arena in un momento preciso. La gilda dovrà provare a sconfiggerlo in trenta minuti: ogni partecipante avrà però solo cinque attacchi. Unirsi a una gilda è veramente utile e ci sono premi speciali esclusivi. L’evento definitivo è la “Guild War”, dove i più forti si sfidano tra di loro per vincere e divenire eroi leggendari.

League of Angels 3

Le differenze rispetto ai precedenti capitoli

Se non siete molto esperti della serie, potreste inoltre chiedervi quali sono le principali differenze tra League of Angels 3 e i precedenti capitoli. Per iniziare, ci sono molti più companion, animali da compagnia e cavalcature che potenziano il personaggio e rendono più semplice completare le missioni. Ci sono poi centinaia di dungeon diversi nei quali è possibile trovare demoni molto familiari con però una grafica migliorata, senza dimenticare ovviamente gli avversari completamente nuovi.

I companion, inoltre, non sono solo degli oggetti decorativi. Si tratta di alleati veri e propri che salgono di livello e si potenziano insieme al personaggio principale. Le loro statistiche migliorano di pari passo con quelle del nostro PG e dovrai fare in modo di fornirgli le risorse adeguate. Inoltre, non ci sono limiti di fazioni: all’inizio, in via del tutto simbolica, ti unirai a una delle tre, in ogni caso. L’unica vera differenza è che sono state aggiunte dozzine di nuovi angeli.

Continuando con le differenze, la trama è più complessa e, per quanto sia sempre abbastanza lineare, non si perderà interesse facilmente. Ogni personaggio ha i propri tratti unici che lo rendono memorabile. Per quanto riguarda le missioni vere e proprie, saranno divise tra principali e secondarie. Ci sono inoltre molti server tra i quali scegliere.

Gli sviluppatori hanno lavorato molto anche sulla personalizzazione degli angeli, soprattutto per quanto riguarda le abilità. Puoi anche potenziare specifiche skill dei companion che consideri importanti per il combattimento. Salire di livello quindi non è lineare, ma è sempre interessante.

League of Angels 3

Come fare level up rapidamente: ecco alcuni consigli

League of Angels 3 è quindi molto interessante, ma potreste pensare che il level up, soprattutto all’inizio, possa risultare un po’ complesso se non siete esperti del genere. Gli sviluppatori però spiegano che gestendo bene le missioni (che sono le uniche a dare esperienza, oro e bottino) ci si potrà potenziare facilmente. Ovviamente, più difficile è la missione, più alta sarà la ricompensa. Inoltre, è possibile usare il crafting per trasformare il bottino in armi ed equipaggiamenti. Se si hanno oggetti migliori, si ha un livello di combattimento superiore e si può quindi proseguire più rapidamente e in modo più efficiente. Se si vuole, si può anche mettere un auto-pilota per i combattimenti ma in questo modo gli scontri saranno meno efficienti.

La velocità di level up è importante per molti, quindi anche i combattimenti contro i World Boss e le Guild Wars sono valide occasioni per ottenere ricompense molto più alte della norma: queste ultime dipendono però dal danno totale inflitto agli avversari.

Se siete in cerca di un suggerimento meno scontato, sappiate che è consigliabile avere almeno due curatori di alto livello nella vostra lega. Il team che perde per primo un combattente sarà il primo a cadere, la maggior parte delle volte. Inoltre, l’auto-combattimento non è affatto preciso ed efficiente, soprattutto ai livelli più alti: ignoratelo. Solo la modalità manuale permette di applicare potenziamenti sui propri angeli nel momento giusto, oltre che danneggiare specifici nemici a seconda della situazione. Ai livelli più bassi, in ogni caso, non è necessario essere estremamente precisi, se non si ha troppa fretta di salire di livello. Un altro suggerimento è di cooperare con altri giocatori: conviene sempre unirsi ai propri compagni di gilda.

Infine, spendiamo qualche parola sulla grafica. In League of Angels 3 c’è un mondo completamente 3D con una camera mobile a 360°, come nei giochi basati su un client: questo è però un browser game, ricordiamolo! È possibile fare zoom con la rotella del mouse e nel complesso tutto il contenuto grafico del gioco è di buona qualità. È stato realizzato con il motore Unity. League of Angels 3 funziona con i browser che hanno il più recente Flash Player. Inoltre, è possibile modificare le impostazioni per fare in modo che funzioni anche con i PC di fascia bassa.