eSports

League of Legends, Uzi si ritira ufficialmente dalla scena competitiva

Dopo aver fatto più di 8 anni di carriera competitiva, dopo aver vinto più Split delle LPL, Mid Season Invitational e aver raggiunto le più alte vette della scena competitiva mondiale Jian “Uzi” Zi-Hao si è ritirato a tempo indefinito dalla scena professionistica di League of Legends in seguito ad un infortunio e alla sua scarsa salute. Il 23enne ha deciso di interrompere la sua carriera cosi come consigliato dallo staff tecnico, dopo che gli è stato diagnosticato un grosso livello di stress che ha intaccato sopratutto le sue spalle e le braccia.

Una volta mi ritrovai in ospedale per un check-up e il dottore mi disse che le mie braccia erano come quelle di un 50enne, ogni tanto sentivo che le mie gambe non avessero forza, o che addirittura non fossero le mie, una sensazione che non auguro a nessuno. Inoltre mi è stato anche diagnosticato un diabete di titpo 2, dovuto sopratutto al mio stile di vita irregolare e al troppo stress che accumulavo“, queste le parole di Uzi in seguito ad un intervista avuta in seguito alla sua scelta.

Il giocatore in realtà considerò di ritirarsi anche nel 2015, durante un boot camp infatti ebbe un fortissimo dolore alle spalle che purtroppo non ricevette la giusta attenzione da parte del 23enne che comunque da li a poco dominò la scena asiatica con il suo stile di gioco aggressivo. “Anche se si è ritirato, Uzi è ancora un membro importante della famiglia RNG. Oltre a fare tutto il possibile per aiutarlo nelle sue future attività, saremo anche al suo fianco per aiutarlo nel suo viaggio verso il recupero dagli infortuni“, queste le parole dell’attuale organizzazione in cui milita adesso il giocatore.

Inutile dire quanto sia importante per un player di quel livello riuscire a trovare un equilibrio che spesso è molto complesso raggiungere, sopratutto nei periodi di grande stress mentale e atletico come i vari Split. Vi vogliamo ricordare inoltre che Uzi è da sempre ricordato come uno dei migliori ADC della sua generazione e non solo, rivoluzionando il ruolo con nuove tecniche e rendendo il carry fondamentale per il team. Ovviamente speriamo di poter rivedere presto Uzi nella scena competitiva di League of Legends e che il suo riposo faccia bene non solo al suo corpo ma anche alla sua mente.

Se avete bisogno di un mouse per giocare a League of Legends, potete trovare il Logitech G300s su Amazon