Tom's Hardware Italia
Giochi Mobile

Lego Legacy Heroes Unboxed, provato il nuovo titolo Gameloft alla Gamescom

Dal 1997 a oggi i videogiochi Lego si sono succeduti in maniera molto intensa, proponendo spesso delle parodie o delle declinazioni di altri brand di intrattenimento più o meno famosi. Le licenze sono state numerose, partendo da Star Wars arrivando fino a Rock Band, senza dimenticare Harry Potter o anche Il Signore degli Anelli. Non […]

Dal 1997 a oggi i videogiochi Lego si sono succeduti in maniera molto intensa, proponendo spesso delle parodie o delle declinazioni di altri brand di intrattenimento più o meno famosi. Le licenze sono state numerose, partendo da Star Wars arrivando fino a Rock Band, senza dimenticare Harry Potter o anche Il Signore degli Anelli. Non di meno, tra le altre, anche le iterazioni degli ultimi anni che hanno visto come protagonista il videogioco proveniente da The Lego Movie, sia il primo che il secondo capitolo.

La storia videoludica della nota marca di mattoncini però non è stata sempre florida e felice, perché oltre al cavalcare l’onda dei titoli del momento, leggasi Marvel o anche DC Comics, titoli originali non sono mai riusciti a conquistare il mercato. Una sorte infelice l’ha avuta anche LEGO Worlds, il sandbox che ha provato a vestire i panni di alternativa di Minecraft, ma con scarso successo. Per questo Gameloft ha provato a invertire la marcia, proponendo un prodotto originale che richiama, diversamente dai precedenti titoli, le figure che appartengono alla storia dell’azienda danese.

Heroes Unboxed

Lego Legacy Heroes Unboxed è un gioco di ruolo a tutti gli effetti, con tanto di battaglie a turni con protagonisti le classiche e famose minifigure delle raccolte Lego, in un roster che recupera 40 anni di storia dell’azienda danese e propone vari set: Spazio, Città, Pirati, Castello e tanti altri, che non abbiamo avuto modo di scoprire nella nostra versione di prova. La loro presenza farà sicuramente da eco a tutta la nostalgia e ai ricordi dei giocatori, soprattutto quelli un po’ più avanti con l’età. Più che tutte le figure a disposizione, sono gli universi che finiscono sotto i riflettori del gioco, proprio grazie al loro riprodurre tutti gli elementi in gioco. Gameloft è andata quindi a scavare in tutti gli archivi di Lego per poter riprodurre al meglio tutto il roster di Lego Legacy, così da non lasciare nessun dettaglio al caso e offrire ai giocatori un mondo fedele alla realtà.

Quello che abbiamo potuto provare andando avanti nella nostra esperienza è un combattimento, così da comprendere l’effettivo funzionamento del combat system a turni: gli scontri ai quali abbiamo partecipato sono stati tutti 3vs3, almeno in partenza, perché è capitato che gli avversari si dessero il cambio una volta esausti, portandone in prima linea alcuni prima non visibili. Le meccaniche sono state tutte abbastanza immediate e semplici, con la prima unica strategia che vi richiederà di scegliere chi schierare nei tre “titolari”. Ogni personaggio avrà il suo attacco basico e un’abilità speciale, che ovviamente avrà un cooldown da gestire: tutte le abilità hanno un’animazione specifica. Con un totale di cinquanta figure a disposizione, il lavoro sulle animazioni sarà sicuramente lodevole, ma non abbiamo avuto modo di vederne molte oltre quelle presenti nella beta, tra cui un affascinante stregone direttamente dall’universo Castello, molto simile al Gandalf visto nelle recenti iterazioni de Il Signore degli Anelli in versione Lego. Un’idea ambiziosa per Gameloft, che ha voluto ricreare il tutto nel modo più dettagliato possibile.

Free to play o pay per win?

Ovviamente il quesito principale che ci ha fatto nascere Lego Legacy è quanto il pay per win sarà presente, d’altronde il sistema di microtransazioni è ben visibile e rischia di essere protagonista: ciò che ci è stato chiarito è che Gameloft ha l’unica intenzione di rendere il gioco fruibile a chiunque, soprattutto a chi sceglie la strada per il free to play. Procedere con gli acquisti e ottenere la valuta in-game servirà soltanto per velocizzare la progressione e anche per recuperare l’energia che si consumerà di battaglia in battaglia, pensata per evitare delle sessioni di rush eccessivo. Ovviamente sono tutte indicazioni che dovranno essere confermate quando il gioco sarà a tutti gli effetti disponibile nella sua versione completa. Per ora Lego Legacy è in soft launch nelle Filippine e in Australia, mentre a ottobre arriverà in tutto il mondo, su dispositivi iOS, Android e Windows.