Tom's Hardware Italia
Giochi PC

L’era degli antichi, dove tutto ebbe inizio

Pagina 5: L’era degli antichi, dove tutto ebbe inizio
La storia di tutta la saga di Dark Souls, partendo dagli albori fino ad arrivare all'ultimo entusiasmante capitolo.

L'era degli antichi è dove la storia del mondo ebbe inizio. Non era però il posto che noi conosciamo. Tutto era amorfo e avvolto dalla nebbia. Un regno di rupi grigie, immensi alberi antichi e draghi eterni, ma tutto questo era destinato a cambiare. Un giorno, senza una spiegazione, nacque la fiamma nelle profondità della Terra e con essa si creò la diversità. Caldo e freddo, vita e morte, ma soprattutto luce e tenebra.

lLyeRTz

Con l'avvento della prima fiamma furono ritrovate le quattro anime dei Lord, pregne di un'immensa potenza e in grado di elevare a Dio i loro possessori. La prima anima fu ritrovata da Nito, il primo dei morti. La seconda dalla strega di Izalith e le sue figlie del caos. La terza e la più potente da Gwyn, il Lord del Sole.

L'ultima anima, la Dark Soul, fu recuperata da un essere misterioso, il Nano Furtivo, spesso dimenticato da tutti. Esso divise l'anima ritrovata in innumerevoli parti con gli altri non morti, creando così ciò che noi conosciamo come umanità. Grazie a questo gesto si assistette alla creazione di una nuova stirpe, quella degli umani.

2012 09 17 00007

I nuovi Lord, resi potenti grazie alle anime ritrovate, dichiararono guerra ai draghi eterni per reclamare quel mondo desolato. Nonostante l'immenso potere derivante dalle anime, i Lord non erano in grado di scalfire le scaglie che rendevano immortali i signori di quel mondo, ma tutto era destinato a cambiare.

In loro aiuto venne Seath, un drago diverso, spesso discriminato dei suoi simili in quanto privo di scaglie e quindi un mortale. Questo portò Seath a tradire i suoi fratelli, svelando a Gwyn il loro punto debole: solamente il fulmine era in grado di renderli vulnerabili.

BHYSl

I tre Lord collaborarono per porre fine al regno dei draghi, Gwyn e i suoi cavalieri grazie ai fulmini spogliarono i draghi dalle loro scaglie, la strega e le sue figlie invocarono delle tempeste di fuoco, mentre Nito scatenò un miasma di morte e malattia che pose fine ai draghi.