Giochi PC

Marvel’s Avengers: il gameplay di Kamala Khan è una piacevole sorpresa

Marvel’s Avengers, progetto sviluppato da Crystal Dinamics (creatori della serie di Tomb Raider) e pubblicato da Square Enix, è sicuramente uno dei titoli sul quale riponiamo più curiosità e, in un certo senso, aspettative. Dopo una partenza “zoppa” in quel di E3 2019, il gioco è tornato a mostrarsi nei mesi successivi, dimostrando di avere molti assi nella manica, a partire dalla storia, passando dal gameplay fino al sistema di crescita e sviluppo dei personaggi; Marvel’s Avengers ha tutte le carte in regola per rivelarsi una produzione profonda e stratificata, con qualche elemento di spicco.

A Lucca Comics 2019 Square Enix si presenta dunque con un’installazione di primo livello in uno dei punti nevralgici della città, all’interno della quale era possibile giocare nuovamente la demo dell’A-day, mentre per qualche fortunato membro della stampa, anche qualcosa di più. Abbiamo infatti avuto modo di provare in prima persona la nuova eroina, Kamala Khan, fianco a fianco con Scot Amos – Game Director del gioco. In realtà, il disponibilissimo Scot era posizionato alle nostre spalle e accompagnava ogni nostra giocata con una spiegazione utile, piuttosto che contestualizzazioni a livello narrativo. La prova, l’avrete capito, si è dimostrata interessante e di qualità: cerchiamo quindi di capire cosa aggiungerà Kamala Khan al già “vendicativo” cast di Marvel’s Avengers.

Marvel's Avengers

Chi è Kamala Khan?

Immaginate di avere davanti ai vostri occhi la lista di tutti i personaggi Marvel esistenti e dover scegliere, fra questi, quale utilizzare come “new entry” per la vostra versione del mondo dei Vendicatori. Scelta tutt’altro che semplice, che in questo caso va quantomeno approfondita. Perché Kamala Khan? Cos’ha di speciale?

Kamala è una di noi, scende in campo perché ama gli Avengers e non sopporta di vederli divisi. In qualche modo, incarna lo spirito del team e degli appassionati“.

Le parole di Scot Amos sono decisamente chiare e di facile interpretazione. Ai tempi del disastro dell’A-Day – l’evento che scatena la trama del gioco – Kamala è una ragazzina che, una volta esposta alle Nebbie Terrigene, sviluppa tutta una serie di poteri che in età adolescenziale la sproneranno a riunire gli Eroi più Potenti della Terra, svegliandoli da un torpore emotivo che rischierebbe di avere un costo molto più alto. Ecco perché “invade” le vite dei protagonisti, ed ecco perché una parte della campagna la vivremo attraverso i suoi occhi.

Vogliamo raccontare una storia nuova, inedita. E pensiamo che Kamala sia un perfetto punto di vista per questo tipo di narrativa” continua Scot Amos, approfondendo ancora di più il ragionamento che ha determinato l’arrivo di Kamala Khan nel mondo di Marvel’s Avengers.

Le tematiche, dunque, non sono in discussione e ci sembrano anche molto accattivanti. Il carattere tipico dei teenager ribelli potrebbe essere una buona scintilla per dare quel mix inusuale al mood del gioco, nonostante rimanga da verificare l’eventuale peso specifico dell’intervento di Kamala. Collateralmente a questo, l’altra parte fondamentale del nostro incontro, il gameplay. Ebbene, da questo punto di vista l’arrembante eroina ha in serbo qualche sorpresa, in primis perché di fatto utilizza un combattimento corpo a corpo che mischia attacchi da corta, media e lunga distanza, e poi perché il suo “power-up” le permette di ingrandire di molto le dimensioni del suo corpo e diventare devastante. Parliamone nel dettaglio.

Allenamento Virtuale

Impugnamo il pad e ci ritroviamo all’interno di un campo di battaglia artificiale, una stanza dedita all’allenamento presente probabilmente nel nuovo QG dei Vendicatori. Qui, Kamala dovrà sconfiggere una serie di ondate di nemici, sempre più numerosi e aggressivi, con lo scopo di mettere a dura prova le sue abilità in combattimento. Prima però un passo indietro e concentriamoci sulle diverse tipologie di nemici. I pericoli “robotici” del gioco assumeranno diverse forme, e la conferma arriva proprio da questa demo. Iniziamo con la tipologia base, che utilizza attacchi elementari per metterci in difficoltà, arrivando fino ai robot dotati di armi e scudi, senza dimenticare bestie meccaniche di grandi dimensioni. Insomma, se qualcuno nutriva dei dubbi sull’eventuale scarsezza di varietà dei nemici può tirare un sospiro di sollievo. Non sappiamo quanti altri ce ne saranno e come saranno distribuiti nelle missioni, ma certamente abbiamo dato una prima, confortante occhiata allo sforzo creativo dietro quest’elemento.

Marvel's Avengers Kamala Khan

Tornando a Kamala, parlavamo di attacchi corpo a corpo dinamici, che per prima cosa ingrossano e allungano gli arti della protagonista, permettendole di coprire distanze più lunghe e fare ovviamente più male ai malcapitati.

Le animazioni sono molto convincenti e fluide, mentre il sistema di controlli si distribuisce sui classici tasti frontali e dorsali del pad, i quali permettono l’uso di abilità specifiche, come per esempio la cura o un attacco che respinge i nemici. Il power-up invece (o Ultimate, come preferite), ingrossa Kamala a dismisura, facendola diventare letteralmente un gigante.

Considerazioni sparse: da promuovere assolutamente il “flow” del combattimento, piacevole da vedere sia da giocare; Kamala si è rivelata un personaggio davvero ben caratterizzato, sia a livello narrativo che di gameplay. L’ultima parte della demo ci ha messo in serie difficoltà, obbligandoci a rigiocare diverse volte il boss finale, segno del fatto che la difficoltà del gioco potrebbe riservare qualche sorpresa. Il sistema di controlli, come detto, mette subito a proprio agio e per un action questo è un fattore da non trascurare. Infine, sappiamo che in Marvel’s Avengers potremo personalizzare il modo di combattere: questo vuol dire cambiare probabilmente set di mosse, equipaggiamento e statistiche. Kamala ci è parsa un’eroina molto malleabile, ed è probabile che la personalizzazione le darà altro spessore.

Marvel's Avengers Kamala Khan

Marvel’s Avengers continua il suo ottimo percorso di redenzione, dopo il lancio poco convincente di E3. Crystal Dinamics e Square sembrano avere le idee chiare e la road-map di comunicazione in vista del lancio sembra confermarlo. Siamo veramente curiosi di scoprire struttura e criticità del multigiocatore, ovvero la modalità che potrebbe veramente fare la differenza nell’economia del gioco.

Potete prenotare la vostra copia di Marvel’s Avengers su Amazon, a questo indirizzo.
Inoltre, se ancora non l’avete acquistato, potete comprare Marvel’s Spider-Man, l’esclusiva di successo di Sony PlayStation.