PlayStation

Microsoft DeLorean vuole mandare l’hardware in pensione

Microsoft è al lavoro su DeLorean, un progetto che si pone come obiettivo la riduzione o anche l'eliminazione del lag nel cloud gaming. Parliamo quindi di giochi eseguiti su un server e "trasmessi" in tempo reale al giocatore. Quanto al nome, invece, il lettore attento avrà certamente colto il riferimento alla trilogia cinematografica "Ritorno al Futuro"

Idealmente è un'ottima cosa, perché ci svincola dal dover possedere un PC moderno o una console di ultima generazione. In teoria bastano un televisore, magari un dispositivo specifico da pochi euro, e un account: i giochi di fatto "piovono" in casa via Internet.

Il primo problema da risolvere è avere un collegamento a Internet veloce e stabile – una cosa che in Italia non tutti hanno, come sappiamo. Superato questo ostacolo resta da risolvere quello del lag, ed è qui che entra in gioco la ricerca di Microsoft.

DeLorean è un software che cerca di prevedere le azioni del giocatore e di "preparare" i dati di conseguenza. In questo modo, in teoria, i possibili ritardi si riducono al minimo. Tutto dipende dalla precisione delle previsioni: DeLorean deve comprendere con precisione le possibili decisioni dei giocatori, perché ogni azione imprevista vanifica gli sforzi fatti. Microsoft ha così progettato il sistema affinché sfrutti al meglio i dati statistici sulle attività dei giocatori, unendoli alle analisi sullo stile individuali.

I ricercatori hanno fatto test su titoli come "Doom 3" o "Fable 3", scoprendo che DeLorean riduce concretamente la latenza, e riesce a mascherare fino a 250 ms di lag. I giocatori che hanno provato questo software affermano di aver notato una differenza sostanziale rispetto ai sistemi di cloud gaming esistenti; i ritardi non sono del tutto spariti, ma sono accettabili.

Con "Doom 3", poi, non sono emerse differenze rilevanti rispetto ai sistemi tradizionali senza lag (locali). Fantastico, ma per ora il rovescio della medaglia è molto negativo: DeLorean spedisce tutte le proprie previsioni al sistema locale, e questo fa schizzare alle stelle la richiesta di banda. Un problema che rende questa via poco praticabile al giorno d'oggi, salvo che in aree ristrette dove i giocatori hanno a disposizione collegamenti davvero molto veloci (da 20 Mbps e oltre).

Ma non tutto dev'essere spendibile immediatamente, e DeLorean rappresenta senz'altro una promessa per il futuro. Ci lascia sperare infatti che un giorno non saremo più vincolati all'hardware per poterci godere i giochi più recenti.

Ritorno Al Futuro - La Trilogia Ritorno Al Futuro – La Trilogia
Xbox 360 250 GB Forza Horizon e Borderlands 2 Xbox 360 250 GB Forza Horizon e Borderlands 2
Xbox One + Kinect Xbox One + Kinect
Xbox One Xbox One

DeLorean potrebbe inoltre permettere di avviare su Xbox One (400 euro senza Kinect) i titoli Xbox360 (180 euro con due giochi in bundle) ed Xbox. Una possibilità interessante per almeno due ragioni: la prima è che amplia il catalogo di giochi disponibili, e la seconda che rende meno problematico il passaggio alla nuova console da parte di chi ha comprato titoli in versione digitale – oggi invece cambiare significa rinunciare a tutti i giochi posseduti per la versione precedente.