Tom's Hardware Italia Tom's Hardware
Xbox One

Microsoft Kinect 2 a 150 euro, ma chi se lo compra?

Dal prossimo 6 ottobre si potrà comprare il Kinect 2 anche senza una console Xbox One. Il prezzo previsto è di 150 dollari circa, che probabilmente si tradurranno in 150 euro (149 euro per gli amanti del marketing). Il sensore sarà proposto in bundle con un gioco, che al momento è Dance Central Spotlight.

Un prezzo piuttosto alto per questa periferica, molto superiore a quello che si spenderebbe comprandolo insieme alla console. Xbox One senza Kinect 2 infatti costa 390 euro su Amazon, mentre in abbinamento al sensore il prezzo arriva a 470 euro circa.

In altre parole, comprando Kinect 2 insieme alla console lo paghiamo 80 euro circa, mentre separatamente viene a costare circa il doppio. Sembra davvero uno sproposito, e viene da chiedersi chi lo comprerà a una cifra tanto alta.

Ci saranno ovviamente alcuni specialisti che lo collegheranno al PC e ci faranno esperimenti, com'è accaduto con il primo modello. Ma i giocatori? Quelli che hanno scelto di comprare Xbox One senza Kinect? Potrebbero anche cambiare idea, ma non a questo prezzo: al momento attuale Kinect 2 sembra destinato a restare nei negozi, ma prima o poi il prezzo scenderà.

Xbox One + Kinect Xbox One + Kinect
Xbox One Xbox One
Xbox 360 250 GB + Forza Horizon + Borderlands 2 Xbox 360 250 GB + Forza Horizon + Borderlands 2
Kinect + Kinect Adventures Kinect + Kinect Adventures

Oggi infatti il Kinect originale, quello per la Xbox 360, costa 80 euro circa ed è questo secondo noi il prezzo a cui andrebbe venduto il nuovo modello. Non è un prodotto per gli hard core gamer, ma destinato alle famiglie e ai gruppi di amici. Gente che forse è disposta a spendere una cifra ragionevole per giocare a Kinect Sports con i figli, oppure per divertirsi ogni tanto con gli amici ballando con Dance Central.

Ma 150 euro? No grazie. Ed è un peccato perché si tratta di un'ottima periferica dalle grandissime potenzialità, che ci piacerebbe vedere sfruttate al meglio da più persone – non necessariamente da chi gioca a Call of Duty o Skyrim. Forse non è ancora il momento.