Tom's Hardware Italia
Giochi PC

Minecraft RTX Anteprima, lo abbiamo giocato a Gamescom

Abbiamo provato per circa mezz'ora la versione RTX di Minecraft. Ecco le nostre impressione in anteprima da Gamescom 2019

La Gamescom è ormai in procinto di iniziare, noi di GameDivision siamo già in terra tedesca per partecipare a una serie di pre-eventi e provare alcune novità del settore in anteprima. Nvidia, in particolare, ha messo in piedi un evento dedicato esclusivamente ai videogiochi che supporteranno presto la tecnologia RTX, tra questi Control, Watch Dogs Legion, Call of Duty Modern Warfare, Vampire Bloodlines 2, Wolfenstein Youngblood, Synced e rullo di tamburi, Minecraft.

Proprio per quanto concerne quest’ultimo, abbiamo avuto modo di giocarlo per circa una mezz’ora e testare l’impatto RTX sul titolo Mojang, il risultato finale, possiamo garantirvi, ci ha lasciato a bocca aperta.

Minecraft RTX: Un mondo nuovo

Il ray tracing sul titolo originale trasforma, letteralmente, il gioco, senza stravolgere troppo l’essenza armoniosa del prodotto Mojang, che ricordiamo essere di nomea di facile approccio e dalla vena artistica semplice e intuitiva.

Da un certo punto di vista può essere visto come la sostituzione naturale dell’aggiornamento Super Duper Graphic cancellato qualche giorno fa. Ma cosa aggiunge effettivamente il ray-tracing a un prodotto come Minecraft? Cosa lo rende incredibile nell’aspetto?

Innanzitutto l’illuminazione diventa globale; questo significa che ora le varie fonti luminose sono ora dirette, ciò garantisce ombre più morbide e realistiche e perfettamente coerenti con la forma e la distanza della fonte luminosa. Ma non è finito qua, il Ray-Tracing permette l’illuminazione speculare indiretta e quindi garantisce i riflessi, rifrazione e dispersione con l’acqua, il ghiaccio o semplicemente delle vetrate.

Se questo non dovesse bastare, l’aggiornamento RTX per Minecraft Windows 10 introduce anche la dispersione atmosferica e la densità, influenzando la nebbia, che diventa volumetrica, e i fasci di luce, dando origine a un cielo decisamente più realistico.

Il cambio istantaneo tra RTX spento e acceso è semplicemente impressionante, ci da quasi l’impressione di vivere un gioco graficamente nuovo in tutto e per tutto. Se la prima prova di quindici minuti con la versione vanilla ci hanno convinto, i restanti quindici ci hanno addirittura entusiasmato, grazie a un mondo di gioco che sfruttava una mod grafica per migliorare le texture del mondo di gioco, costruita sostanzialmente ad hoc per sfruttare al 100% gli RT Core.

Un semplice cubetto viola che dapprima era solamente un simpatico ornamento decorativo, con il ray tracing prende vita, illuminandosi e divenendo come un led dal forte splendore. L’acqua si discosta dal suo blu e si avvicina a un realismo maggiore, grazie ai riflessi del cielo e alla trasparenza dove è persino possibile da una sbirciata sul fondo.

Tirando le somme

Il lavoro svolto da Mojang e Nvidia con Minecraft è semplicemente incredibile, forse una della papabili migliori produzioni videoludiche a sfruttare il ray tracing, anche se resta ancora del lavoro da fare. Manca una data ufficiale, questo è vero e soprattutto vanno specificati i requisiti necessari per godere di questo “aggiornamento” per la versione Windows 10 senza dover avere necessariamente acquistare una una 2080 Ti. Chissà, magari potrebbe essere anche uno spunto interessante per le prossime console.